Lecco-Bari 1-0, le pagelle dei biancorossi: Di Cesare essenziale, Nasti non affonda mai…



Il Bari ha reagito con il silenzio stampa alla sconcertante sconfitta di Lecco.

Il direttore sportivo Polito, unico a parlare, ha annunciato il ritiro immediato di tutta la squadra.

La situazione è preoccupante perché i biancorossi si trovano relegati in 12^ posizione, nel gruppo centrale, staccati di 6 punti dal Palermo, ottavo, al limite della zona play-off.

Ma attenzione, il vantaggio sul gruppetto delle ultime 4 si é molto assottigliato. Sono solo 5 le lunghezze che separano il Bari dall’Ascoli, quart’ultimo, e candidato al momento a disputare i play-out.Purtroppo siamo arrivati al punto che bisogna guardarsi alle spalle prima di coltivare progetti ambiziosi.

Diamo un voto ai giocatori del Bari scesi in campo contro il Lecco.

BRENNO
5,5semaforo_rosso
  Forse avrebbe potuto bloccare il pallone o respingerlo con maggioore energia in occasione del gol. Prima era stato salvato dalla traversa sulla punizione di Cruciata. Nel finale ha evitato il raddoppio. INCERTO
DORVAL
5semaforo_rosso
  Il difensore attraversa una fase decisamente involutiva. Qualunque sia il suo ruolo in campo, difensore o esterno di centrocampo, fatica tanto nsia nella difensiva sia in quella di spinta sulla fascia. POCO REATTIVO
DI CESARE
6semaforo_verde
  Il capitano merita la sufficienza solo per la grande volontà messa in campo nel tentativo di tamponare le falle di una difesa distratta. E lo conferma il fatto che il Lecco ha segnato il gol della vittoria quando lui aspettava di rientrare in campo dopo uno scontro con un avversario. ESSENZIALE
VICARI
5,5semaforo_rosso
  Il livello della prestazione dell’altro difensore centrale non si è elevata dal grigiore generale. Ha concesso troppa libertà a Novakovic ed apparso in difficoltà sui frequenti contropiede degli avversari. CORRE RISCHI
RICCI
5,5semaforo_rosso
  Ha iniziato discretamente in fase difensiva, spingendosi anche in avanti ed effettuando, dopo 23′, l’unico tiro in porta della giornata da parte dei biancorossi. Poi è gradualmente sparito. TROPPO COMPASSATO
MAITA
5,5semaforo_rosso
  Ha giocato da mezzala destra, allargandosi spesso sulla fascia per collaborare nei raddoppi con Dorval. Ma il filtro a centrocampo non è più efficace come in passato e la difesa soffre. IMPALPABILE
ARAMU
S.V.semaforo_giallo
  Marino lo ha mandato in campo insieme a Morachioli per schierare 4 attaccanti e tentare la rimonta nell’ultimo quarto d’ora. L’ex genoano si è messo in evidenza solo per una deviazione di testa che ha sorvolato la traversa.  
BENALI
5,5semaforo_rosso
  Ha giocato al centro, nella posizione che era di Maiello. Ma è troppo lento e non mostra una sufficiente visione di gioco, per cui spesso scambia indietro con Di Cesare o Vicari e rallenta lo sviluppo della manovra. LENTO
ACAMPORA
5,5semaforo_rosso
  E’ tornato nel ruolo di mezzala sinistra e si è mosso continuamente cercando di cucire il gioco. Ha effettuato numerosi strappi con verticalizzazioni, concluse con qualche tiro di sinistro fuori misura. QUALCHE LIEVE PROGRESSO
EDJOUMA
S.V.semaforo_giallo
  Si è rivisto il francese negli ultimi 4 minuti più recupero. Dotato di un fisico possente, ha persino segnato un gol annullato per un netto fuorigioco.  
ACHIK
5semaforo_rosso
  Schierato sin dal primo minuto di gioco, non ha conservato la freddezza necessaria per saltare l’uomo e crossare in area palloni per Nasti. Si è alternato inutilmente sull’altra fascia con Sibilli. SI SCIOGLIE
MORACHIOLI
S.V.semaforo_giallo
  Ha rilevato il giovane marocchino ed ha vivacizzato un po’ la manovra offensiva, ma comunque senza incidere in misura concreta.  
NASTI
5semaforo_rosso
  Si è sacrificato lottando su ogni pallone, andando a marcare anche i difensori nella loro area. Nonostante il grande impegno non è riuscito a tirare in porta neppure una volta. NON AFFONDA MAI
DIAW
5,5semaforo_rosso
  Marino ha alternato i due attaccanti dopo un’ora di gioco. Ma nemmeno il neo entrato si è reso pericoloso nell’area lombarda. Evidentemente c’è qualche cosa da rivedere nei meccanismi tattici. POCA SOSTANZA
SIBILLI
5,5semaforo_rosso
  L’ex pisano è stato sicuramente l’attaccante più pericoloso. E’ l’unico in grado di saltare agevolmente l’uomo e di farsi largo nell’area avversaria. Ma non trova sempre la collaborazione dai compagni ed esagera nei personalismi. Deve essere lasciato libero di spaziare per tutto il campo. POCHI LAMPI
Allenatore: P.MARINO
5semaforo_rosso
  Era una gara da vincere ad ogni costo, ma l’approccio è stato molle come al solito, la squadra non è stata in grado di imporre una superiorità ad un avversario modesto, anzi nella ripresa ha lasciato l’iniziativa ai lombardi, Benali, Acampora e Vicari hanno compiuto salvataggi miracolosi sugli attaccanti lanciati a rete, la traversa ha salvato Brenno e alla fine, a metà ripresa, é arrivato il gol che i biancorossi non hanno saputo rimontare e in 96 minuti hanno tirato una sola volta nello specchio della porta con un difensore, Ricci. Marino le ha tentate turre, ha recuperato Diaw, ha richiamato Aramu e riesumato perfino Morachioli e Edjouma ma il risultato é stato zero punti! SQUADRA SCARICA E SMARRITA
Arbitro: Sig. N.BARONI
6,5semaforo_verde
  L’arbitro fiorentino ha diretto senza difficoltà una partita piatta e monotona, che non ha regalato molte emozioni. Gli interventi in campo sono stati spesso duri e il direttore di gara ha ammonito ben 8 giocatori, 5 blucelesti e 3 biancorossi, andando ben oltre la sua media registrata finora. SEVERO





About Peppino Accettura 565 Articoli
Il nostro collaboratore più navigato. Giornalista Pubblicista dal 1970 ed esperto soprattutto di statistiche e materie economiche.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*