Il Bari non brilla nell’ultima del 2023 al “San Nicola”! Contro il Cosenza è solo 0-0…



BARI – Nella diciottesima giornata del campionato di serie B, il Bari pareggia in casa per 0-0 contro il Cosenza al termine di una gara viva solo nel primo tempo. I galletti ci mettono tutta la buona volontà del caso, ma l’avversario è ben organizzato e lascia davvero ben pochi spazi all’iniziativa biancorossa. Il gioco dei pugliesi appare ancora approssimativo e basato sull’iniziativa estemporanea di qualche singolo. Manca ancora incisività e coralità di manovra e alla fine, nell’ultima prova casalinga del 2023, i baresi devono accontentarsi dell’ennesimo insignificante punticino che non fa fare alcun salto di qualità ad una classifica ancora mediocre.

FORMAZIONI
Mister Marino deve fare a meno degli infortunati Maiello, Diaw e Koutsoupias, ma recupera Sibilli dopo la squalifica. Il modulo adottato è il 4-3-3 e al centro della difesa, davanti a Brenno, ci sono Di Cesare e Vicari, mentre sulle fasce agiscono Dorval (preferito a Pucino) e Ricci. Nel fulcro del centrocampo si piazza Benali, affiancato da Maita ed Edjouma (che vince a sorpresa il ballottaggio con Acampora). Nel tridente offensivo trovano spazio Achik, Nasti e Sibilli.
Mister Caserta piazza davanti a Micai i centrali Meroni, Venturi e Fontanarosa, mentre nella zona nevralgica del centrocampo agisce Praszelik, affiancato da Zuccon e Florenzi. Le fasce sono presidiate da Rispoli e Martino, mentre la coppia offensiva è composta da Tutino e Mazzocchi.

LA GARA
Primo tempo
– La prima occasione del match giunge al 5’ con una punizione di Praszelik, alzata in angolo da Brenno, e sul susseguente calcio dalla bandierina si accende una confusa mischia in area che si conclude con un tiro alto di Rispoli. Qualche minuto dopo è Di Cesare a non inquadrare la porta da posizione ravvicinata, ma decentrata. Al 16’ è molto più nitida l’occasione che capita sui piedi di Achik che, servito da Nasti, impegna con un diagonale rasoterra Micai, abile a respingere di piedi. Poco dopo è invece Vicari a mandare di testa poco oltre la traversa. Al 23’ Benali colpisce il palo esterno di destro da fuori area, mentre Achik alla mezzora, da posizione favorevolissima, non riesce a servire efficacemente alcun compagno appostato a centro area. Il Bari insiste e al 38’ Achik crossa per la testa di Nasti che in torsione costringe Micai alla parata in tuffo.
Secondo tempo – I galletti rientrano in campo dopo l’intervallo con Zuzek al posto di capitan Di Cesare, rimasto negli spogliatoi a causa di un attacco di febbre e vomito. Al 7’ Brenno alza in corner una conclusione da fuori area di Mazzocchi e, nell’azione successiva, Achik non sfrutta a dovere un contropiede pericoloso avviato da Maita. La replica calabrese giunge al 10’ con un tiro di Mazzocchi che sorvola di poco la traversa, metre Achik spedisce di poco alto su punizione. Il Cosenza va vicino al gol prima del 20’, prima con un’inzuccata di Mazzocchi e poi, sugli sviluppi di un angolo, con un colpo di testa di Fontanarosa che sfila lungo tutto lo specchio della porta senza che nessun suo compagno di squadra riesca a trovare la deviazione vincente. Alla mezzora Marino decide di cambiare volto alla squadra e inserisce Aramu e Bellomo al posto di Achik e Maita e al 34’ Edjouma si fa notare con un mancino leggermente impreciso. Entrano anche Menez al posto di Edjouma e Nasti, ma è Mazzocchi al 44’ a sfiorare il clamoroso vantaggio con un destro a giro che fa la barba al palo opposto. Nel recupero, Vicari alza troppo di testa sul corner di Bellomo, prima dell’espulsione per doppia ammonizione di Praszelik. Termina 0-0 tra i fischi e i cori di disapprovazione della curva nord. Gli unici applausi convinti se li prende il solo ex portiere barese Micai.

Tabellino
BARI-COSENZA 0-0
BARI
(4-3-3): Brenno; Dorval, Di Cesare (dal 1′ st Zuzek), Vicari, Ricci; Maita (dal 31′ st Bellomo), Benali, Edjouma (dal 39′ st Acampora); Achik (dal 30′ st Aramu), Nasti (dal 39′ st Menez), Sibilli. A disposizione: Pissardo, Pucino, Matino, Frabotta, Faggi, Morachioli, Ahmetaj. Allenatore: P.Marino.
COSENZA (3-5-2): Micai; Meroni, Venturi, Fontanarosa (dal 29′ st Sgarbi); Rispoli (dal 11′ st Cimino), Zuccon (dal 11′ st Calò), Praszelik, Florenzi (dal 1′ st Voca), Martino ; Tutino (dal 40′ st Crespi), Mazzocchi. A disposizione: Marson, D’Orazio, La Vardera , Viviani, Forte, Zilli , Arioli. Allenatore: F.Caserta.
ARBITRO: sig. M.Gualtieri della sez. di Asti. Assistenti: sig. N.Pagliardini della sez. di Arezzo e sig. M.D’Ascanio della sez. di Ancona.
AMMONITI
: Di Cesare, Ricci, Benali, Nasti e Sibilli (B); Florenzi e Cimino (C).
ESPULSI
: al 48′ st Praszelik (C) per doppia ammonizione.
NOTE
: cielo sereno, terreno in ottime condizioni; spettatori: 17.646 (di cui: 8.837 paganti di casa, 8.809 abbonati e 1.290 tifosi ospiti); angoli: 7-7; recuperi: 2′ pt e 4′ st.






About Tommaso Di Lernia 726 Articoli
E' il Direttore Responsabile della Testata. Giornalista Pubblicista dal 2002 e tifoso da sempre "unicamente" del Bari. Citazione preferita: "Chi non si aspetta l'inaspettato, non scoprirà la verità" [Eraclito].

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*