LA PRESENTAZIONE DELLA GARA, ARBITRO E PRECEDENTI – Bari-Cosenza: molti giocatori biancorossi si giocano il posto…



I prossimi 4 giorni, da oggi, sabato, a martedì 27, saranno decisivi per il destino del Bari e di alcuni elementi biancorossi.

Sotto esame sono i risultati delle due gare contro Cosenza e Sampdoria ma anche la qualità del gioco che Di Cesare e compagni sapranno esprimere sul campo. Alla riapertura del mercato, a gennaio, il presidente Luigi De Laurentiis ha promesso un sostanzioso intervento  per rinforzare la struttura della squadra.

E’ evidente che, se arrivano nuovi giocatori, partiranno in parecchi, cioè quelli considerati in soprannumero in quanto non adeguati. Ecco perché le due partite che chiudono il girone di andata rappresentano l’ultimo esame per decidere sulla conferma o sulla partenza.

Rientrerà Sibilli dopo la squalifica, ed è una buona notizia. Sarà invece assente Koutsoupias, e questa invece è una brutta notizia.

Il Cosenza, come il Bari, è reduce da 3 sconfitte nelle ultime 4 gare e, in caso di sconfitta, rischia di essere risucchiato nella zona play-out dalla quale è lontano soltanto 4 punti. Proverà a sfruttare al “San Nicola” l‘aria di contestazione che continua a condizionare i tifosi biancorossi.

Bari e Cosenza presentano caratteristiche molto simili: hanno subìto lo stesso numero di reti (9), i calabresi ne hanno segnato 1 in più (18 contro 17), i biancorossi hanno conquistato 10 punti in trasferta rispetto agli 8 dei rossoblu, che però sono in leggero vantaggio in casa, con 12 punti all’attivo contro gli 11 ottenuti dai baresi.

I 18 gol rossoblu sono stati realizzati da 9 giocatori diversi, quasi tutti attaccanti.  Apre la lista la punta Tutino con 4 reti all’attivo, delle quali 2 segnate su rigore. Dal dischetto, comunque, ha commesso un errore contro la Reggiana. A quota 2 segue una coppia composta dall’attaccante Mazzocchi e dal centrocampista Voca, proveniente dal Kosovo. Un’altra coppia è  andata a rete 2 volte: sono l’attaccante Forte e il difensore centrale Venturi. Infine, con  1 gol a testa chiudono la lista altri 4 attaccanti, l’ex biancorosso Marras, Canotto, Arioli e Zilli. 

Il Bari ha ospitato il Cosenza 17 volte: 9 partite sono state giocate in B (5 successi, 2 pareggi e 2 sconfitte), 6 in C (5 vittorie e 1 pareggio), 1 in D (pareggio) e 1 in Coppa Italia (vittoria). Complessivamente i successi dei biancorossi sono stati 11, 4 i pareggi e 2 le sconfitte, le reti segnate 24 e 11 quelle subìte. La prima gara risale al 30 marzo 1952, in serie C (vittoria biancorossa per 4-1) e l’ultima al campionato scorso, giocata il 12 febbraio di quest’anno e conclusa con il risultato di 2-1, grazie al vantaggio iniziale di Esposito, al temporaneo pareggio di Rispoli e al gol della vittoria di Cheddira che sbagliò anche un rigore. L’ultimo successo dei calabresi risale a oltre 30 anni fa, precisamente al 23 maggio 1993 e fu determinato da 2 incredibili autoreti, di Brambati e Barone, il quale accorciò inutilmente le distanze. Poi i biancorossi hanno collezionato una serie positiva di 1 pareggio e 4 vittorie consecutive, conservando sempre inviolata la propria porta.

La gara sarà diretta dal sig. Matteo Gualtieri, 36enne, iscritto alla sezione di Asti. Laureato all’università di Torino in Economia aziendale, è vicedirettore della Banca di Asti. Appartiene ad una famiglia di arbitri, composta dal padre Vincenzo e dai fratelli Francesco, con esperienza in A e ora osservatore, e il gemello Claudio, assistente che ha già debuttato nella massima divisione. Il ruolino di Matteo in serie B è il seguente: 16 designazioni, 80 cartellini gialli, 2 espulsioni per doppia ammonizione, 1 per rosso diretto e 5 rigori concessi. I precedenti con il Bari sono 3, tutti in serie C, nei campionati 2019/20 (Cavese-Bari 1-1), 2020/21 (Teramo-Bari 2-1) e 2021/22 (Bari-Foggia  1-1). Ha incontrato anche il Cosenza 3 volte, sempre in serie B: Cosenza-Palermo 3-2 e Como-Cosenza 5-1 nella stagione 2022/23 e Cosenza-Feralpisalò 1-1 il 4 novembre scorso. Gli assistenti designati sono Niccolò Pagliardini, iscritto alla sezione di Arezzo, e Marco D’Ascanio, della sezione di Ancona.  Quarto ufficiale è Giorgio Di Cicco, della sezione di Lanciano. Al VAR c’é Gianluca Aureliano, della sezione di Bologna, coadiuvato dall’AVAR Alberto Santoro, della sezione di Messina.

L’incontro sarà trasmesso  in diretta TV da DAZN e SKY Sport  (canale 253) e  in radiocronaca diretta da RADIOBARI . Il fischio d’inizio allo stadio  “San Nicola” è fissato alle ore 16.15.






About Peppino Accettura 565 Articoli
Il nostro collaboratore più navigato. Giornalista Pubblicista dal 1970 ed esperto soprattutto di statistiche e materie economiche.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*