LA PRESENTAZIONE DELLA GARA, ARBITRO E PRECEDENTI – Un Bari rivitalizzato alla conquista di Ascoli…



Dopo la Ternana, il Bari affronta un altro avversario abbordabile: le insidie della trasferta di Ascoli, in realtà, non sono poche, ma ormai la squadra di Marino non può più perdere tempo e punti se vuole recuperare qualche posizione in classifica.

I recenti  innesti di Kallon e Lulic hanno rivitalizzato il Bari che può disporre anche di Puscas, che ha raggiunto i nuovi compagni da poche ore. Il direttore Polito ha mirato per ora a rinforzare il reparto avanzato, che nella prima parte del campionato aveva maggiormente deluso. C’è ancora tempo per “ritoccare” gli altri settori e rendere la squadra biancorossa più competitiva.

Va ricordato che è tornato l’entusiasmo dei bei tempi tra i tifosi, che hanno deciso di invadere Ascoli, richiedendo invano un numero di biglietti superiore alle disponibilità.

La squadra  marchigiana ha vissuto un girone di andata decisamente negativo, precipitando in piena zona retrocessione, ma è reduce da una grande prova d’orgoglio sul campo della capolista, alla quale ha imposto un sorprendente pareggio. Intanto sono arrivati i primi rinforzi, il difensore finlandese Vaisanen e il portiere colombiano Vazquez.

L’Ascoli ha realizzato 18 reti, 3 in meno dei biancorossi, ad opera di 10 giocatori. Il goleador è il portoghese Mendes, con 7 centri, seguito molto  da lontano da una coppia di attaccanti, il macedone Nestoroski e lo spagnolo Rodriguez, fermi a quota 2. Con 1 solo gol all’attivo sono l’attaccante barese Manzari, i centrocampisti Caligari e Falzerano e i difensori Botteghin, brasiliano, Bellusci, squalificato, e Quaranta.

 Il Bari ha giocato 26 volte ad Ascoli Piceno. Il bilancio è di 6 successi dei biancorossi, 9 pareggi e 11 sconfitte, con 24 reti segnate e 38 subìte. Ben 16 partite sono state disputate in serie B (4 vittorie, 3 pareggi e 9 sconfitte), 6 sono state le gare di Coppa Italia (2 vinte, 2 pareggiate e 2 perse) e infine rispettivamente 2 nella massima divisione e sempre 2 in serie C, tutte concluse in parità. La prima trasferta risale a 58 anni fa, precisamente al 13 marzo 1966, e finì a reti inviolate. Il campo marchigiano si rivelò piuttosto ostico perché i biancorossi non riuscirono ad andare a segno anche nelle successive 5 trasferte. Solo il 30 agosto 1981, nel turno eliminatorio di Coppa Italia, furono registrati i primi gol in biancorosso, 2 di Iorio e 1 di Bagnato, che consentirono un recupero incredibile da 0-3 a 3-3 negli ultimi 10 minuti di gioco. Negli ultimi anni, invece, la tendenza sembra ribaltata: dal 2012 il Bari ha perso solo 1 gara (0-1 il 28 marzo 2018), ne ha pareggiato un’altra e ne ha vinte ben 3. L’ultimo successo risale al 5 marzo 2023 quando i biancorossi prevalsero per 1-0 grazie al rigore trasformato da Cheddira.

La gara sarà diretta dal sig. Davide Ghersini, 38enne, impiegato bancario con l’incarico di analista funzionale alla Carige, iscritto alla sezione di Genova. La sua è stata una carriera rapidissima: ha cominciato ad arbitrare nel 2003, è passato in serie D nel 2009 e in Lega Pro nel 2011. Ha debuttato in serie B nel 2013 e a maggio 2014 ha esordito in serie A. Tra i pregi ci sono quelli di essere sempre vicino all’azione e capace di prendere rapidamente le decisioni. A volte, però, difetta in personalità e si lascia sfuggire qualche circostanza, come avvenne  nel 2021 in Roma-Spezia di Coppa Italia, quando espulse 2 giocatori giallorossi e non si avvide che furono effettuati 6 cambi dalla società capitolina, poi punita con la sconfitta a tavolino per 0-3. Il suo ruolino in serie B è di 153 gare dirette, con 659 cartellini gialli, 19 espulsioni per doppia ammonizione, 17 per rosso diretto e 43 rigori concessi. In passato ha arbitrato 15 partite del Bari, tutte in serie B, a partire dalla stagione 2013/14 fino al campionato 2017/18; le vittorie dei biancorossi sono state 6, come pure le sconfitte e poi 3 pareggi. Il 19 marzo 2016 diresse Ascoli-Bari 0-1 (autorete di Cinaglia): tra i biancorossi erano presenti Di Cesare e Puscas. Gli ultimi risultati sono stati, nella stagione 2017/18, il successo sulla Ternana per 3-0 e i pareggi per 0-0 a Carpi e, nel turno preliminare dei play-off,  per 2-2, dopo i tempi supplementari, a Cittadella. I precedenti con l’Ascoli sono 7, con 1 vittoria, 4 pareggi e 2 sconfitte. Gli assistenti designati sono Matteo Passeri, iscritto alla sezione di Gubbio, e Domenico Fontemurato, della sezione di Roma 2. Quarto ufficiale è Enrico Gigliotti, della sezione di Cosenza. Al VAR c’é Gianpiero Miele, della sezione di  Nola, coadiuvato dall’AVAR Matteo Gariglio, della sezione di Pinerolo.

L’incontro sarà trasmesso  in diretta TV da DAZN e SKY Sport  (canale 251) e  in radiocronaca diretta da RADIOBARI . Il fischio d’inizio allo stadio  “Cino e Lillo Del Duca”  (dimensioni m. 105 x 65, capienza 20.550 posti,  superficie in erba naturale) è fissato alle ore 16.15.






About Peppino Accettura 565 Articoli
Il nostro collaboratore più navigato. Giornalista Pubblicista dal 1970 ed esperto soprattutto di statistiche e materie economiche.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*