Il Bari soffre più del dovuto, ma Sibilli stende dal dischetto la FeralpiSalò…


BARI – Nella venticinquesima giornata del campionato di serie B, il Bari batte di misura la FeralpiSalò grazie ad un gol dal dischetto del solito Sibilli e finalmente rientra in zona playoff (seppur temporaneamente, in attesa delle gare ancora da disputare da parte di Brescia e Modena). Rispetto alla scorsa partita contro il Lecco, i galletti stentano a macinare gioco e fanno un passo indietro in termini di manovra e pericolosità offensiva, ma i tre punti di oggi erano troppo importanti per non essere comunque contenti. E’ innegabile che il doppio impegno casalingo contro le due ultime della classe abbia certamente avuto il suo peso sulla ripresa biancorossa. La strada della risalita è stata imboccata, ma le prossime due gare esterne, contro Sudtirol e Catanzaro, potranno davvero dire se questo Bari possa ritenersi guarito.

FORMAZIONI
Mister Iachini recupera Acampora dopo la squalifica deve ancora fare a meno degli infortunati Diaw e Koutsoupias. Il modulo adottato è il 4-3-1-2 e al centro della difesa, davanti a Brenno, ci sono Di Cesare e Vicari, mentre sulle fasce agiscono Dorval e Ricci. Nel fulcro del centrocampo si piazza Benali, affiancato da Maita ed Edjouma, mentre nel tandem offensivo trovano spazio Puscas e Menez, supportati alle loro spalle da Sibilli.
Mister Zaffaroni deve fare a meno di Carraro, Giudici e Voltan. Davanti a Pizzignacco ci sono i centrali Balestrero, Ceppitelli e Martella. Al centro del centrocampo a 5 trova spazio Fiordilino, affiancato da Kourfalidis e Di Molfetta, mentre le fasce sono presidiate da Bergonzi e Felici. Il tandem offensivo è composto da Butic e Dubickas.

LA GARA
Primo tempo
– L’avvio del match è decisamente di marca barese e al 6’ è Maita a mettersi in evidenza in area di rigore, costringendo Kourfalidis a tamponare in angolo. All’11’ Puscas irrompe in area e colpisce di testa su una palla proveniente dalla bandierina, ma la mira è imprecisa. Di Cesare si fa ammonire e, in quanto diffidato, salterà la prossima trasferta a Bolzano. La risposta ospite giunge al 24’ con una punizione alta di Butic, ma la pressione offensiva biancorossa è continua e pressante, sebbene un po’ sterile. I ritmi di gioco calano e alla mezzora Edjouma manda al lato, inzuccando in maniera approssimativa su palla inattiva. Negli ultimi minuti del primo tempo è Balestrero ad impensierire Brenno: il numero39 lombardo al 41’ alza oltre la traversa sugli sviluppi di una ben congeniata punizione di Di Molfetta. Proprio allo scadere è invece Kourfalidis a non inquadrare la porta con una conclusione dal limite.
Secondo tempo – La partita riprende dopo la pausa con un rasoterra innocuo di Benali e i ritmi continuano a restare piuttosto blandi. Sul cross di Sibilli al 12’, Kourfalidis tocca di braccio in area e l’arbitro decreta il penalty, ma il check del VAR lo fa tornare sui propri passi. Iachini richiama in panchina lo stanco Menez e inserisce Kallon che, alla prima palla giocabile, sul traversone di Ricci cicca clamorosamente di testa davanti a Pizzignacco. Entra anche Lulić al posto di Maita e al 26’ Kallon allunga troppo per Puscas in occasione di una buona sortita offensiva. Alla mezzora arriva la svolta: Di Molfetta respinge di mano in area sulla conclusione di Lulić e stavolta il rigore è sacrosanto. Dal dischetto si conferma spietato Sibilli che sigla il vantaggio dei galletti. La reazione ospite trova sostanza negli ultimi minuti grazie al nuovo entrato Manzari. L’attaccante verdeblu prima ci prova con un tiro cross dalla destra e poi con un mancino velenoso impegna a terra Brenno che respinge. Negli ultimi minuti del tempo regolamentare, Di Cesare spedisce fuori di testa sulla punizione di Sibilli, prima che Matino e Nasti rilevino Sibilli e Puscas. Fino al termine sono vani i tentativi del Feralpisalò e il Bari conquista i tre punti, con gran sollievo dei suoi sostenitori.

Tabellino
BARI-FERALPISALÒ 1-0
BARI
(4-3-1-2): Brenno; Dorval, Di Cesare, Vicari, Ricci; Maita (dal 21′ st Lulić), Benali, Edjouma; Sibilli (dal 48′ st Matino); Puscas (dal 48′ pt Nasti), Menez (dal 18′ st Kallon). A disposizione: Pissardo, Pucino, Zuzek, Guiebre, Acampora, Maiello, Bellomo, Achik. Allenatore: G.Iachini.
FERALPISALÒ
(3-5-2): Pizzignacco; Balestrero (dal 34′ st Pietrelli), Ceppitelli, Martella; Bergonzi, Kourfalidis, Fiordilino, Di Molfetta (dal 43′ st Attys), Felici (dal 43′ st Tonetto); Butic (dal 17′ st La Mantia), Dubickas (dal 17′ st Manzari). A disposizione: Liverani, Volpe, Pilati, Krastev, Letizia, Hergheligiu. Allenatore: M.Zaffaroni.
ARBITRO
: sig. A.Santoro della sez. di Messina. Assistenti: sig. G.Massara della sez. di Reggio Calabria e sig. I.Catallo della sez. di Frosinone.
RETI
: al 33′ st Sibilli (B).
AMMONITI
: Di Cesare, Sibilli e Lulić (B); Attys (F).
NOTE
: cielo sereno, terreno in ottime condizioni; spettatori: 15.412 (di cui: 6.603 paganti, 8.809 abbonati e 22 tifosi ospiti); angoli: 4-0 per il Bari; recuperi: 1′ pt e 8′ st; prima della gara è stato osservato un minuto di raccoglimento in memoria delle vittime sul lavoro in un cantiere a Firenze.






About Tommaso Di Lernia 734 Articoli
E' il Direttore Responsabile della Testata. Giornalista Pubblicista dal 2002 e tifoso da sempre "unicamente" del Bari. Citazione preferita: "Chi non si aspetta l'inaspettato, non scoprirà la verità" [Eraclito].

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*