Bari in caduta libera! Sibilli fallisce un rigore e la Sampdoria lo castiga con Kasami…


BARI – Nella trentesima giornata del campionato di serie B, il Bari colleziona l’ennesima sconfitta in casa contro la Sampdoria. Ed è una battuta d’arresto davvero pericolosa e brutta per com’è maturata. Perdere negli ultimi istanti di gara, dopo aver fallito un rigore e aver centrato una traversa, potrebbe davvero detonare come una bomba atomica psicologica nella testa dei galletti, sempre più in difficoltà. Passa in secondo piano, sebbene sia una nota decisamente positiva, il gemellaggio tra tifoserie. Sempre colorato e gioioso.

FORMAZIONI
Mister Iachini recupera Diaw, che va però in tribuna, ma deve fare a meno degli infortunati Menez e Koutsoupias, nonché all’influenzato Ricci. Il tecnico conferma il modulo 3-4-1-2 e in  difesa, davanti a Brenno, piazza Matino, Di Cesare e Vicari. Nel fulcro del centrocampo si piazzano Maita, preferito a Lulic, e Benali, con Pucino e Dorval a presidiare le fasce. Nel tandem offensivo trovano spazio Puscas e Morachioli, supportati alle loro spalle da Sibilli.
Mister Pirlo schiera davanti a Stankovic i centrali Leoni, Ghilardi e González, mentre al centro della linea mediana trova spazio Yepes, affiancato da Depaoli e Kasami. Sulle corsie laterali agiscono Stojanovic e Barreca, mentre la coppia d’attacco è formata da De Luca e Alvarez.

LA GARA
Primo tempo
– L’avvio del Bari è promettente e nei primi minuti è Morachioli a farsi notare con un paio di colpi di testa, su cross di Dorval e Pucino, che la difesa doriana ribatte puntualmente. Gli ospiti sono vivi e al 21’ sfiorano il vantaggio con un bel contropiede che porta Alvarez alla conclusione da centro area, tamponata sul fondo da Vicari. Al 23’ Sibilli va al tiro, ma guadagna solo un corner che batte lui stesso per la testa di Di Cesare che manda alto. La gara è godibile e si gioca su ritmi discretamente alti. Alla mezzora i biancorossi confezionano la palla gol più ghiotta: Morachioli confeziona un lancio millimetrico che innesca Puscas, consentendogli di presentarsi davanti a Stankovic, ma il rumeno si lascia ipnotizzare a si fa deviare in corner il destro. I galletti insistono e al 37’ Maita spedisce sul fondo dopo aver riconquistato palla al limite. Al 43’ Maita taglia per Dorval che prova a mettere al centro per poi inzuccare oltre la traversa sul rimpallo. Allo scadere del tempo ci prova De Luca, ma il suo diagonale è largo.
Secondo tempo – Anche l’inizio della ripresa vede il Bari volenteroso, seppur impreciso negli appoggi, e i genovesi si difendono con ordine senza disdegnare sortite offensive. Zuzec prende il posto di Matino azzoppato e al 21’ Sibilli non riesce a sfruttare a dovere un assist di Morachioli. Al 24’ Dorval crossa dalla sinistra, Benali fa torre per Puscas e sulla sua conclusione interviene di braccio Ghilardi, inducendo l’arbitro a fischiare il rigore. Sul dischetto ci va Sibilli, ma stavolta non si dimostra infallibile e Stankovic si supera respingendo sulla sua destra in tuffo. I padroni di casa accusano il colpo e  Iachini fa entrare anche Nasti e Maiello al posto di Morachioli e Benali. Al 39’, in un’azione veloce di contropiede, Puscas riceve palla da Sibilli e di destro centra in pieno la traversa. Dietro la delusione per il mancato vantaggio, si cela impietosa la beffa. De Luca pesca Kasami a centro area e il gol blucerchiato è servito. Kallon e Lulic rilevano Maita e Sibilli, ma ormai la frittata è fatta. L’ultimo sussulto lo regala Nasti, non per un’occasione da gol, ma per un cartellino rosso per proteste subito dopo il triplice fischio. A suggellare l’ennesimo pomeriggio da dimenticare…

Tabellino
BARI-SAMPDORIA 0-1
BARI
(4-3-1-2): Brenno; Matino (dal 17′ pt Zuzek), Di Cesare, Vicari, Pucino; Maita (dal 43′ pt Kallon), Benali (dal 33′ pt Maiello), Dorval; Sibilli (dal 43′ pt Lulić); Puscas, Morachioli (dal 33′ st Nasti). A disposizione: Pissardo, Pellegrini, Dachille, Guiebre, Edjouma, Bellomo. Allenatore: G.Iachini.
SAMPDORIA (3-5-2): Stankovic; Leoni (dal 43′ pt Girelli), Ghilardi, González (dal 28′ pt Murru); Stojanovic (dal 28′ pt Benedetti), Depaoli, Yepes (dal 5′ st Darboe), Kasami, Barreca; De Luca, Álvarez (dal 28′ pt Borini). A disposizione: Ravaglia, Tantalocchi, Giordano, Askildsen, Verre, Ntanda. Allenatore: A.Pirlo.
ARBITRO: sig. D.Perenzoni della sez. di Rovereto. Assistenti: sig. C.Barone della sez. di Roma1 e sig. F.Longo della sez. di Paola.
RETI
: al 42′ st Kasami (S).
AMMONITI
: Di Cesare, Matino e Morachioli (B); González, Ghilardi e Stojanovic (S).
ESPULSI
: al 52′ st Nasti (B) per proteste.
NOTE
: cielo coperto, terreno in ottime condizioni; spettatori: 19.767 (di cui: 10.958 paganti, 8.809 abbonati e 1.290 tifosi ospiti); angoli: 7-6 per il Bari; recuperi: 1′ pt e 6′ st; al 27′ Sibilli si fa parare un rigore da Stankovic.






About Tommaso Di Lernia 734 Articoli
E' il Direttore Responsabile della Testata. Giornalista Pubblicista dal 2002 e tifoso da sempre "unicamente" del Bari. Citazione preferita: "Chi non si aspetta l'inaspettato, non scoprirà la verità" [Eraclito].

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*