Antenucci: «Ci tenevamo al derby e abbiamo lottato su ogni pallone. Per me è stato un bel ritorno. Questa vittoria serve…»



BARI – Al termine del derby tra Bari e Foggia, vinto dai padroni di casa, a presentarsi davanti ai microfoni dei giornalisti per i biancorossi è stato Mirco Antenucci che ha così commentato quanto accaduto in campo: «Dal punto di vista mentale abbiamo fatto davvero una grande prestazione. Abbiamo lottato su tutti i palloni e penso che un derby andava affrontato in questa maniera. Ovviamente l’aspetto tecnico e tattico oggi sono andati in secondo piano. Ci tenevamo tanto a questa gara e con grande bravura, ma soprattutto con grande cuore, l’abbiamo portata a casa. Quando ti ritrovi in inferiorità numerica, la partita cambia totalmente e la tattica viene meno, come tante altre cose. La devi quindi mettere sul sacrificio, sulla voglia di lottare su ogni pallone e penso che l’abbiamo fatto dall’inizio alla fine».

Il 36enne abruzzese è rientrato proprio oggi dopo un fastidio fisico che l’ha costretto a stare lontano dal campo e queste sono le sue sensazioni a proposito:  «E’ stato un bel ritorno. Faticoso, ma bello. Ho sofferto tanto l’essere stato fuori in questo periodo per infortunio. In carriera non ho fortunatamente saltato tantissime partite ed ho avuto pochi problemi fisici. Vedere le partite da fuori è una sofferenza perché vorresti essere in campo. Purtroppo nel calcio c’è anche questo, ma sono contento di essere tornato».

L’attaccante del Bari ha poi raccontato i momenti antecedenti alla punizione che ha regalato la vittoria alla sua squadra e ha detto la sua su Cianci, un elemento che davvero si sta rivelando sempre più decisivo: «Al momento dell’esecuzione io e Cianci ci siamo consultati e gli ho chiesto se si sentisse pronto a calciare. Mi ha detto di si e poi, per fortuna, ha fatto gol. Con Pietro abbiamo instaurato un rapporto molto sereno. Lui è davvero un bravo ragazzo, uno di cuore e si è ambientato subito nel nuovo gruppo. I ragazzi come lui meritano tanto e sta dimostrando il suo valore. Ci sta dando una grande mano».

Il numero #7 dei galletti si è congedato dai microfoni della stampa sottolineando l’importanza del successo odierno, anche alla luce delle vicissitudini passate dalla squadra fino ad ora in questa stagione: «Quest’anno onestamente gli episodi ci sono girati tutti contro, a partire dagli infortuni. Una vittoria come questa, arrivata per altro in un derby e in un momento particolare, ci dà una grossa mano, ci fa il carico di autostima e di dà voglia di lavorare ancora di più e meglio. Questo è un gruppo che merita perché è veramente formato da tanti bravi ragazzi che hanno un obiettivo comune, anche se alcune volte non siamo riusciti a dimostrare quello che valiamo».





About Tommaso Di Lernia 554 Articoli
E' il Direttore Responsabile della Testata. Giornalista Pubblicista dal 2002 e tifoso da sempre "unicamente" del Bari. Citazione preferita: "Chi non si aspetta l'inaspettato, non scoprirà la verità" [Eraclito].

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*