Bari-Foggia, le pagelle dei biancorossi: Cianci fondamentale, Maita nervoso…



Missione compiuta.

Il Bari in un sol colpo ha ridotto al minimo lo svantaggio dall’Avellino, ha riscattato la sconfitta nel girone di andata a Foggia, ha mostrato di costituire un gruppo tutto cuore e compattezza, ha confermato di meritare il secondo posto in classifica.

Tra tante note positive stonano il grave infortunio a Ciofani e l’espulsione di Maita che privano di elementi importanti 2 reparti della squadra. Sempre grattacapi per Carrera!

Diamo un voto ai giocatori del Bari scesi in campo contro il Foggia.

FRATTALI
7semaforo_verde
  Se Cianci ha segnato il gol, il portiere è stato decisivo per salvare la vittoria. Non solo ha dato fiducia alla squadra con la sua tranquillità ma a dieci minuti dalla fine ha compiuto un’altra prodezza negando da due passi il pareggio a Dell’Agnello. STREPITOSO
CIOFANI
6,5semaforo_verde
  Per quel poco che è stato in campo ha fornito un efficace supporto a Marras sulla fascia, proiettandosi spesso in avanti. Dopo un duro contrasto aereo con Kalombo è caduta malamente sulla gamba destra ed ha riportato un grave infortunio. SCALOGNATO
SEMENZATO
6semaforo_verde
  Ha sostituito Ciofani ed ha trovato una squadra ridotta in dieci da alcuni minuti. Si è sacrificato limitandosi a difendere la fascia destra dalle incursioni, fortunatamente limitate, dei rossoneri. DILIGENTE
MINELLI
7semaforo_verde
  E’ giovanissimo l’ex juventino ma sembra un veterano. Con il suo fisico possente ha sovrastato gli avversari ed ha rappresentato una vera e propria sicurezza per la difesa biancorossa.. GIGANTE
SABBIONE
6semaforo_verde
  Ha spazzato in continuazione l’area barese, cercando di anticipare gli avversari. Non è stato sempre perfetto, ha avuto qualche incertezza durante l’arrembaggio dei rossoneri, ma alla fine il Foggia è rimasto a secco. SOLIDO
SARZI
6,5semaforo_verde
  E’ arrivato a gennaio ma si sta inserendo sempre meglio negli schemi della squadra. Ha coperto con successo la fascia sinistra, terreno sul quale scorrazzava il veloce Kalambo, frenato fino a divenire innocuo. NON SI TIRA INDIETRO
MAITA
5,5semaforo_rosso
  Ha sorpreso la sua ingenuità nel farsi coinvolgere nel clima rissoso della gara. Dopo un duro scontro a metà campo ha dato per reazione uno scappellotto alla testa di un avversario e l’arbitro lo ha espulso con rosso diretto. Ha lasciato in 10 la squadra e messo in difficoltà Carrera per la prossima trasferta a Castellammare. NERVOSO
DE RISIO
6,5semaforo_verde
  Dopo l’espulsione di Maita è rimasto da solo a centrocampo a svolgere il lavoro di contenimento. Antenucci ha assunto una posizione leggermente arretrata per far ripartire l’azione ma all’ex catanzarese è toccato svolgere un gran lavoro di quantità. INDOMITO
MARRAS
6,5semaforo_verde
  Nella prima mezzora è stato devastante per la difesa rossonera, poi è calato di ritmo a cusa delle grandi energie spese. Ha persino sciupato una pallagol. Nella ripresa ha fornito una preziosa collaborazione a De Risio in fase di contenimento. SCINTILLANTE
ANTENUCCI
7semaforo_verde
  Inizialmente ha sfruttato gli spazi che Cianci apriva nella difesa rossonera, quando la squadra è rimasta in inferiorità numerica è leggermente arretrato per rinforzare il centrocampo. Nel finale Carrera lo ha sostituito per non correre rischi. LEADER
LOLLO
S.V.semaforo_giallo
  E’ subentrato a un quarto d’ora dalla fine a Antenucci per fargli riprendere fiato, considerato che rientrava dopo un’assenza di quattro partite.Ha tamponato a metà campo.  
D’URSI
6semaforo_verde
  Non è riuscito a sfondare sulla fascia sinistra perché Marchionni ha schierato una difesa molto compatta. Comunque ha impegnato gli avversari. Dopo il vantaggio ha lasciato il posto a Rolando. GENEROSO
ROLANDO
6,5semaforo_verde
  E’ stato un rientro positivo dopo l’infortunio alla caviglia. Il mister lo ha mandato in campo per difendere il vantaggio e l’ex reggino ha svolto con successo il compito assegnatogli. BADA AL SODO
CIANCI
7,5semaforo_verde
  Terza presenza e terzo gol. E’ incredibile la facilità del ragazzo barese di andare a rete. Questa volta ha aggiunto al repertorio un eurogol su punizione imprendibile e poi si è sacrificato fino all’ultimo a difendere dalle ripartenze degli avversari. Da buon barese ha rispolverato il “trenino”. FONDAMENTALE
Allenatore: M.CARRERA
7semaforo_verde
  E’ stata una vittoria sofferta ma meritata. Al mister va riconosciuto il merito di aver riportato l’entusiasmo nella squadra che diventata un gruppo. Tutti hanno combattuto per sopperire all’inferiorità numerica ed hanno dimostrato un grande attaccamento alla maglia. Sul piano tattico, Carrera non ha mutato l’assetto dopo l’espulsione di Maita e il suo coraggio é stato giustamente premiato. SQUADRA INTENSA E PROPOSITIVA
Arbitro: Sig. FELICIANI
5semaforo_rosso
  L’arbitro di Teramo ha lasciato correre troppo nella prima parte della gara, contribuendo a far crescere il nervosismo. A un certo punto ha cambiato criterio di valutazione ed ha cominciato a fischiare troppo, anche a sproposito. Ha pasticciato un po’, lasciando che Anelli picchiasse impunito tutti i biancorossi che gli capitavano a tiro e persino scambiando Di Jenno per Salvi in occasione di un’ammonizione. INSUFFICIENTE





About Peppino Accettura 352 Articoli
Il nostro collaboratore più navigato. Giornalista Pubblicista dal 1970 ed esperto soprattutto di statistiche e materie economiche.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*