LA PRESENTAZIONE DELLA GARA, ARBITRO E PRECEDENTI – Bari: nessuna distrazione contro il Messina…



Con l’impegno al “San Nicola” contro l’ACR Messina si conclude il trittico di partite con le ultime della classifica, un breve ciclo che anticipa il doppio turno in trasferta sui campi di Monopoli e Torre Annunziata.

Contro Paganese e Monterosi è andata bene: i biancorossi hanno incamerato 6 punti ma non basta perché superando i siciliani aggiungerebbero altri 3 punti molto importanti sul piano psicologico per affrontare i prossimi scontri diretti con la tranquillità di chi può puntare su due risultati.

Le difficoltà, comunque, non sono poche: innanzi tutto è la terza partita in 8 giorni e quindi è probabile che Mignani effettui un consistente turnover per consentire a parecchi elementi di riprendere fiato. Non sono da escludere infatti il rientro a tempo pieno di Di Cesare e l’esordio di Galano nel corso dei 90’.

Ma il Messina è un avversario “tosto” come l’ha definito Gigliotti: è vero che i giallorossi hanno la peggiore difesa del girone (43 gol subìti in 23 partite), che in trasferta hanno vinto solo a Potenza e pareggiato a Pagani, Taranto e Palermo, collezionando 8 sconfitte, che nelle ultime 3 trasferte hanno incassato 12 reti (5 dalla Turris, altrettante dalla V. Francavilla e 2 dal Palermo) ma è anche vero che domenica nel derby siciliano hanno rimontato da 0-2 a 2-2. Reciti, terzo allenatore della stagione dopo Sullo e Capuano, ha modificato lo schema da 3-5-2 a 4-4-2 ed ha conquistato un prestigioso pareggio, approfittando anche del calo dei rosanero.

All’andata il Bari ottenne a Messina la terza vittoria consecutiva in trasferta e conservò senza problemi il primo posto in classifica. Fu un successo relativamente agevole, grazie alla rete di Botta che sbloccò il risultato dopo appena 9’ sfondando al centro la difesa siciliana su lancio di D’Errico. Al 31’ della ripresa raddoppiò Paponi, entrato da poco, e i biancorossi si prepararono ad affrontare nelle migliori condizioni psicologiche il derby con il Monopoli. Il successo sui bianco verdi consentì al Bari di spiccare il volo, staccando per la prima volta tutti gli avversari.

La difesa siciliana è la peggiore del girone ma la formazione giallorossa è la più prolifica tra tutte quelle del fondo classifica: 25 le reti realizzate da ben 14 giocatori! Il cannoniere è l’attaccante Adorante con 6 centri, segue la coppia composta dallo spagnolo Baldé e dal romeno Marginean (3 gol a testa) e poi ci sono il croato Vukusic e il difensore portoghese Goncalves, che hanno firmato 2 reti ciascuno. Infine sono 9 giocatori autori di 1 gol: gli attaccanti Busatto, Catania e Russo, i centrocampisti Fofana, ivoriano, e Simonetti e i difensori Celic, croato, Morelli, Rondinella e Sarzi Puttini, ex biancorosso.

La prima sfida tra Bari e Messina, allo Stadio della Vittoria, risale all’immediato dopoguerra, precisamente al 10 dicembre 1950, in serie B, e i biancorossi vinsero per 3-1. Proprio nel campionato cadetto sono state disputate la maggior parte delle gare, 14 su 23, in serie C sono state 3, come in Coppa Italia, e solo 1 in serie D e nella massima divisione. Complessivamente, il Bari ha fatto registrare 14 vittorie, 5 pareggi e 3 sconfitte, ha segnato 30 gol e ne ha subìti 11. A questi dati va aggiunto un altro successo, interno ma solo sulla carta, perché la partita si giocò a Brindisi in campo neutro l’8 giugno 1975, e finì 4-2 per il Bari.

La gara sarà diretta dal sig. Marco Ricci, iscritto alla sezione di Firenze. E’ uno dei più esperti arbitri di Lega Pro, alla quale è stato promosso a giugno del 2017, dopo una breve carriera in serie D (46 partite dirette). Il suo ruolino registra ben 66 designazioni in serie C, con 29 successi interni, 15 pareggi e 22 vittorie esterne, 312 cartellini gialli, 5 espulsioni per doppia ammonizione e 9 rossi diretti e 24 rigori concessi. In questa stagione ha diretto 10 partite, 3 nel girone A, 1 nel B e 6 nel girone meridionale e. circostanza curiosa, non è stato registrato alcun pareggio, ma 6 vittorie in casa e 4 in trasferta. Nessun precedente con il neo-promosso Messina, 3 con i biancorossi: Bari-Avellino 4-1 a dicembre 2020, Vibonese-Bari 0-1 ad aprile 2021 e ancora Bari-Vibonese 2-0 il 14 novembre scorso. Con il direttore di gara sono stati designati a collaborare gli assistenti Stefano Montagnani della sezione di Bolzano e Mattia Bartolomucci della sezione di Ciampino con il quarto ufficiale Mattia Caldera della sezione di Como.

L’incontro sarà trasmesso  in diretta TV da ELEVEN  SPORTS e in radiocronaca diretta da RADIOBARI. Il fischio d’inizio allo stadio  “San Nicola”  è fissato alle ore 17.30.





About Peppino Accettura 443 Articoli
Il nostro collaboratore più navigato. Giornalista Pubblicista dal 1970 ed esperto soprattutto di statistiche e materie economiche.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*