LA PRESENTAZIONE DELLA GARA, ARBITRO E PRECEDENTI – Bari: nessuna distrazione, sono attesi i tre punti da Vibo…



E’ un confronto davvero improponibile, sulla carta, quello tra il Bari, primo in classifica, e la Vibonese, ultima. Tra le due squadre il distacco è di 49 punti, avendone i biancorossi conquistati 68 contro i 19 dei calabresi.

Anche le altre cifre sono favorevoli al Bari in maniera schiacciante: 19 vittorie contro 3, 4 sconfitte contro 18, addirittura 53 gol fatti contro 22 e infine 28 reti subìte contro 48.

Tuttavia nessun avversario va sottovalutato e tutti vanno affrontati con la giusta grinta e con la volontà di chiudere presto i conti. Nessuna distrazione è consentita visto che i biancorossi sono a un passo dal traguardo e conservare i 10 punti di vantaggio sul Catanzaro a 5 giornate dalla fine può significare la certezza quasi matematica della tanto sospirata promozione.

I calabresi non hanno nulla da perdere perché hanno già un piede e mezzo in serie D, considerato che per evitare la retrocessione diretta e aspirare ai play out devono almeno raggiungere la Fidelis Andria, in vantaggio di 6 punti.

A gennaio i dirigenti di Vibo hanno rivoluzionato la squadra, portando tanti elementi nuovi:  Carosso, Suagher, Volpe, Corsi, Zappa, Curiale e Zibert. Sono partiti Cigagna, Senesi, Sorrentino e Ciotti (entrambi ceduto all’Andria), Tumbarello, Vergara, Persano e Mauceri.  Non è cambiato gran che e la squadra rossoblu sta salutando la Lega Pro.

Finora in casa la Vibonese ha ottenuto 3 vittorie (contro Latina, Campobasso e Taranto), 6 pareggi (4 a reti inviolate e 2 per 1-1) e rimediato 7 sconfitte (0-1 con l’Avellino, 1-2 con Virtus Francavilla e Catania, 1-3 con Juve Stabia, Palermo e Messina, 1-4 con la Turris).

All’andata i biancorossi vinsero per 2-0 ma il successo fu più faticoso del previsto. Passato in vantaggio con Botta poco prima della mezzora di gioco, il Bari non chiuse la partita, subendo l’iniziativa dei calabresi che segnarono  un gol con Ngom a 5 minuti dalla fine, annullato per fuorigioco. In pieno recupero, al 95’ Antenucci trasformò il calcio di rigore concesso per fallo di mani di Vergara sul contrasto in area con Paponi.

La Vibonese conta ben 13 giocatori nel tabellino dei marcatori, autori di appena 21 gol, ma 3 hanno lasciato la squadra a gennaio (Sorrentino, Ciotti e Mauceri) e altri 3 sono arrivati dopo la sosta di fine anno (Curiale, Corsi e Volpe). I plurimarcatori sono Ngom, Curiale e Golfo con 3 reti a testa e Basso e Sorrentino con 2 realizzazioni ciascuno. Hanno firmato 1 solo gol in 8 e precisamente Bellini, Ciotti, Corsi, Mahorus, Mauceri, Spina, Vergara e Volpe. Va aggiunta l’autorete di Martinelli del Catanzaro.

I precedenti  a Vibo Valentia si riferiscono ad un solo incontro, giocato poco più di un anno fa, il 3 aprile 2021, e concluso con il successo dei biancorossi per 1-0 grazie al rigore trasformato da Antenucci.  In panchina sedeva Carrera e dei 13 giocatori scesi in campo sono rimasti solo in 5: Frattali, Di Cesare. Bianco, Maita e Antenucci.

La gara sarà diretta dal sig. Simone Galipò iscrtto alla sezione di Firenze. E’ alla terza stagione in Lega Pro, dopo aver diretto 47 partite in serie D. Il suo ruolino nei campionati di serie C registra 34 designazioni, 11 vittorie per le squadre di casa, 10 pareggi e 13 successi per le formazioni in trasferta, 195 cartellini gialli, 2 espulsioni per doppia ammonizione e 6 per rosso diretto e 17 rigori concessi. Come appare evidente, non è un arbitro “casalingo”, anzi, ed è piuttosto severo per quanto riguarda le ammonizioni e soprattutto i rigori, considerato ne concede in media 1 ogni 2 partite. Nella gara Renate-Como 2-3 del girone A, il 27 settembre 2020, ha fischiato addirittura 3 massime punizioni e in altre 5 occasioni ben 2 nell’arco dei 90 minuti.  Il record dei cartellini gialli è 9 nella partita Palermo-Turris 0-1 del 25 novembre 2020. I precedenti con le due squadre in serie C si limitano ad uno ciascuno: Bari-Monterosi 4-0 a settembre scorso e Vibonese-Picerno 3-1 a settembre del 2019. I collaboratori designati sono gli assistenti Antonio Lalomia della sezione di Agrigento  e Stefano Camilli della sezione di Foligno. Quarto ufficiale è Francesco Carrione della sezione di Castellammare di Stabia.

L’incontro sarà trasmesso  in diretta TV da ELEVEN  SPORT e in radiocronaca diretta da RADIOBARI. Il fischio d’inizio allo stadio  “Luigi Razza ” (dimensioni m. 105 x 62, capienza 6.000 posti, superficie in erba naturale) è fissato alle ore 14.30. 





About Peppino Accettura 443 Articoli
Il nostro collaboratore più navigato. Giornalista Pubblicista dal 1970 ed esperto soprattutto di statistiche e materie economiche.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*