Il Bari torna da Palermo con le ossa rotte! Il 3-0 dei siciliani affossa ulteriormente i galletti…



Nella ventitreesima giornata del campionato di serie B, il Bari perde malamente a Palermo per 3-0 ed è ufficialmente in crisi. Una crisi d’identità, di gioco e di risultati che fa presagire tempi poco ottimistici per i biancorossi. La classifica è sempre più anemica e urge cambiare assolutamente rotta per evitare di ritrovarsi  invischiati pericolosamente in zona retrocessione.

FORMAZIONI
Mister Marino deve fare a meno dello squalificato Benali, degli infortunati Di Cesare, Maiello, Diaw e Koutsoupias, nonché degli influenzati Ricci e Sibilli. Il modulo adottato è il 4-3-3 e al centro della difesa, davanti a Brenno, ci sono Matino e Vicari, mentre sulle fasce agiscono Pucino e Dorval. Nel fulcro del centrocampo si piazza Acampora, affiancato da Maita ed Edjouma. Nel tridente offensivo trovano spazio Kallon, Puscas e Menez, mentre il nuovo arrivato Guiebre parte dalla panchina.
Mister Corini schiera davanti a Pigliacelli i centrali Nedelcearu e Ceccaroni , affiancati sulle corsie laterali da Diakitè e Lund. Le chiavi della zona nevralgica del centrocampo sono affidate a Ranocchia, supportato da Gomes e Segre, mentre  il tridente offensivo è composto da Insigne, Brunori e Di Francesco.

LA GARA
Primo tempo
I padroni di casa hanno un buon avvio di gara e al 7′ Brunori prova a sorprendere Brenno con un pallonetto, ma il portiere barese è attento e blocca. Al quarto d’ora è Gomes a mettere scompiglio nella retroguardia ospite con un’incursione da destra che permette al mediano di tirare con potenza in porta: Brenno respinge e sulla sfera si avventa Di Francesco che ci prova di testa centrando il palo, prima della nuova conclusione, stavolta alta, ancora di Gomes. I galletti provano ad alleggerire la pressione avversaria con delle sporadiche sortite offensive, ma sono i rosanero a rendersi nuovamente pericolosi alla mezzora con Ranocchia che lascia partire un bel sinistro sul quale Brenno interviene con molta agilità, respingendo in corner. La prima vera occasione di marca pugliese giunge al 35′, quando un’inzuccata di Puscas sull’angolo di Kallon è salvata da Brunori proprio sulla linea.  Sugli sviluppi del susseguente nuovo corner, Acampora calcia alto. Al 39′ Di Francesco sviolina clamorosamente davanti alla porta su assist di Lund e poco dopo è Brunori ad impegnare ancora l’estremo difensore biancorosso con un insidioso tiro cross rasoterra. Il gol è nell’aria e arriva al 44’. Lund effettua un traversone da sinistra sul quale Edjouma interviene di testa, ma la palla giunge nel raggio d’azione di Ranocchia che di prima intenzione è bravo a coordinarsi e a spedire la sfera proprio all’incrocio dei pali.
Secondo tempo – Il Bari rientra in campo con maggiore determinazione elLa ripresa si apre proprio con un rasoterra di Kallon dal limite, deviato in angolo da un difensore. Poco dopo è ancora Brunori  a salvare sulla linea sul tocco ravvicinato di Pucino, mentre al 5’ Edjouma spedisce di poco al lato di destro. La risposta dei siciiani non si da aspettare: all’11’ Di Francesco calcia centralmente, senza impensierire eccessivamente Brenno. Al 13’ Acampora sfiora la traversa dalla distanza, prima che Di Francesco non si veda negare il gol da Vicari, a pochi metri dalla porta, sull’assist di Brunori. Marino decide di cambiare le carte in tavola e inserisce Achik e Nasti al posto di Menez e Puscas. Nonostante le nuove strategie, il Bari subisce il raddoppio al 26’ grazie ad un colpo di testa di Ceccaroni, abile a sfruttare al meglio una punizione del nuovo entrato Di Mariano. Morachioli rileva l’ancora deludente Edjouma, ma anche in questo caso la mossa è inutile: cross di Di Mariano dalla sinistra e Segre fa tris di testa. Negli ultimi frangenti del match c’è spazio anche per Guiebre e Lulic, che prendono il posto di Pucino e Acampora, ma la sconfitta è ormai cosa fatta.

Tabellino
PALERMO-BARI 3-0
PALERMO
(4-3-3): Pigliacelli; Diakité (dal 33′ st Graves), Nedelcearu, Ceccaroni, Lund; Gomes, Ranocchia (dal 31′ st Coulibaly), Segre; Insigne (dal 21′ st Di Mariano), Brunori (dal 33′ st Soleri), Di Francesco (dal 31′ st Vasic). A disposizione: Kanuric, Buttaro, Marconi, Aurelio, Stulac, Henderson, Mancuso. Allenatore: E.Corini.
BARI
(4-3-3): Brenno; Pucino (dal 42′ pt Guiebre), Matino, Vicari, Dorval; Maita, Acampora (dal 42′ pt Lulić), Edjouma (dal 33′ pt Morachioli); Kallon, Puscas (dal 21′ st Nasti), Menez (dal 20′ st Achik). A disposizione: Pissardo, Pellegrini, Zuzek, Bellomo. Allenatore: P.Marino.
ARBITRO
: sig. P.Tremolada della sez. di Monza. Assistenti: A.Costanzo della sez. di Orvieto e T.Trasciatti della sez. di Foligno.
RETI
: al 44′ pt Ranocchia (P), al 26′ st Ceccaroni (P), al 35′ st Segre (P).
AMMONITI
: Di Francesco, Graves e Vasic (P); Acampora e Pucino (B).
NOTE
: cielo coperto, terreno in buone condizioni; spettatori: 18.000 circa (di cui 276 tifosi ospiti); angoli: 8-4 per il Bari; recuperi: 2′ pt e 4′ st.






About Tommaso Di Lernia 726 Articoli
E' il Direttore Responsabile della Testata. Giornalista Pubblicista dal 2002 e tifoso da sempre "unicamente" del Bari. Citazione preferita: "Chi non si aspetta l'inaspettato, non scoprirà la verità" [Eraclito].

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*