LA PRESENTAZIONE DELLA GARA, ARBITRO E PRECEDENTI – Bari: Iachini chiede ai suoi coraggio e personalità per non scivolare ancora in classifica…


Venezia-Bari è una partita, almeno sulla carta, senza storia. Il divario tra le due squadre è netto, addirittura smisurato, come confermano le cifre. I veneti in classifica hanno conquistato 51 punti contro i 34 dei biancorossi, ben 17 lunghezze guadagnate in 28 partite, hanno segnato 50 gol rispetto ai 28 dei pugliesi ( +22), hanno registrato 15 vittorie, più del doppio delle 7 dei baresi, e infine sul campo del “Penzo” hanno collezionato 30 punti (2,14 a partita) mentre il Bari non è andato oltre i 12 punti in 14 trasferte (0,86).

Comunque tutte le gare  cominciano con lo 0-0 e Iachini ha dichiarato alla vigilia che si attende dai suoi una prestazione di grande coraggio e forte personalità,  e soprattutto priva di errori e ingenuità. Un risultato positivo sarebbe molto importante, considerato che la squadra sta ulteriormente scivolando in classifica a seguito dei primi risultati della 29^ giornata. Scenderanno  in campo i giocatori che mostreranno la migliore condizione fisica e sarebbe opportuno rinforzare il centrocampo, reparto che finora ha evidenziato le maggiori lacune.  

Il Venezia, che travolse all’andata i biancorossi (3-0 al “San Nicola”),  è impegnato nella corsa al secondo posto con Cremonese e Como ed ha la possibilità di scavalcare i lariani, sconfitti a Cremona.

La punta di diamante degli arancioneroverdi è il centravanti finlandese Pohjanpalo che finora ha realizzato 15 gol (4 rigori) ed è anche il capocannoniere della serie cadetta. Molto più indietro, con 8 reti all’attivo (1 rig.), segue l’altro attaccante danese Gytkjaer e dopo di lui c’è una coppia a quota 5, composta dal centrocampista USA Busio e dall’attaccante Pierini. Quindi viene l’altro centrocampista USA Tessmann (4). A quota 3 seguono il difensore Altare e l’attaccante norvegese Johnsen, che a gennaio è passato a sorpresa alla Cremonese, avversario per la promozione diretta. La legione straniera è ancora presente in questa speciale classifica con un’altra coppia di centrocampisti islandesi, Bjarkason e Ellertsson, autori di 2 centri a testa. Chiudono, con 1 gol ciascuno, i difensori Zampano e il francese Dembelè e l’attaccante Olivieri.

Le sfide tra Venezia e Bari sul campo veneto risalgono a poco meno di un secolo fa: la prima partita si giocò infatti il 16 marzo 1930 e finì 4-1 per i padroni di casa. Lo stadio era sempre il “Penzo” che allora si chiamava “Sant’Elena”, il secondo terreno di gioco più antico d’Italia dopo il “Galileo Ferraris” di Genova. Quattro partite si giocarono prima della Seconda Guerra, altrettante durante il conflitto e poi tutte le altre a partire dal 1947. Il bilancio complessivo è sfavorevole ai biancorossi che, in 26 gare, hanno conquistato solo 5 successi e 7 pareggi ed hanno rimediato ben 15 sconfitte, segnando 23 reti e subendone 41. La maggior parte degli incontri è stata disputata in serie B, ovvero 18 (3 vittorie , 5 pareggi e 10 sconfitte), Sono invece 7 le gare nella massima divisione, delle quali 2 vinte, 2 pareggiate e 3 perse, ed infine 1 sola partita è stata giocata nel quadro del campionato di serie C 1954/55, conclusa con la sconfitta. L’ultima trasferta risale all’8 ottobre 2022, in serie B, e coincise con la vittoria dei biancorossi per 2-1 grazie alle reti di Antenucci e poi di Cheddira su rigore. Venne così interrotta una serie negativa di 4 sconfitte consecutive  

La partita sarà diretta dal sig. Luca Massimi, 35enne, iscritto alla sezione di Termoli, che all’ultimo momento ha sostituito l’arbitro Alessandro Prontera, iscritto alla sezione di Bologna, precedentemente designato. Nel 2018 è  promosso in serie B e il 1° settembre 2020 passa nella CAN A/B. Preferisce il confronto e il dialogo con i calciatori. Il suo ruolino in serie B é il seguente: 54 partite dirette, 277 cartellini gialli, 14 espulsioni per doppia ammonizione, 11 per rosso diretto e 13 rigori concessi. I precedenti con il Bari sono 3: Bari-Trastevere 4-0 nel primo turno di Coppa Italia il 23 settembre 2020, Palermo-Bari 1-0 il 20 gennaio 2023 e Bari-Venezia 1-0 il 1° marzo 2023. Ha arbitrato invece 5 gare del Venezia, 1 in serie C, 3 in B e 1 in A, facendo registrare 2 vittorie, 1 pareggio e 2 sconfitte. Gli assistenti designati sono Daisuke Emanuele Yoshikawa, iscritto alla sezione di Roma 1, e Paolo Laudato, della sezione di Taranto.  Quarto ufficiale è Stefano Nicolini, della sezione di Brescia. Al VAR c’é Matteo Gariglio, della sezione di Pinerolo, coadiuvato dall’AVAR Paride Tremolada, della sezione di Monza.

L’incontro sarà trasmesso  in diretta TV da DAZN e SKY Sport  (canale 251) e  in radiocronaca diretta da RADIOBARI. Il fischio d’inizio allo stadio  “Pier Luigi Penzo” , già “Campo di Sant’Elena” e poi intitolato all’aviatore perito in un incidente aereo al ritorno da una missione di salvataggio dell’equipaggio del dirigibile Italia  (dimensioni m. 105 x 68, capienza 11.150 posti, terreno in erba naturale) è fissato alle ore 16.15.






About Peppino Accettura 580 Articoli
Il nostro collaboratore più navigato. Giornalista Pubblicista dal 1970 ed esperto soprattutto di statistiche e materie economiche.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*