Bari: “effetto Carrera” già finito? I galletti deludono e pareggiano in casa 1-1 contro la Casertana…



BARI – Nella 31a giornata del girone C di serie C il Bari e la Casertana pareggiano per 1-1 sul terreno del “San Nicola” grazie alle reti di D’Ursi e Carillo nel primo tempo. La delusione dei biancorossi è davvero tanta, ma anche oggi la loro prestazione è tutt’altro che esaltante. I galletti giocano discretamente fino al vantaggio, ma poi si spegne la loro luce, incassano il gol dei campani e nella ripresa si smarriscono letteralmente, finendo per rischiare più volte di andare sotto. Sembra essere già finito l’effetto “Carrera” che, al suo arrivo aveva rivitalizzato squadra e ambiente. Nelle ultime 3 gare il Bari rimedia solo un punto, ma soprattutto evidenzia un atteggiamento da dottor Jekyll e Mr Hyde che non fa presagire davvero nulla di buono. Da segnalare che sulle tribune, per concomitanti impegni lavorativi, c’è anche la presenza di Aurelio De Laurentiis, presidente del Napoli e padre del numero uno del club barese, accompagnato dall’AD Andrea Chiavelli.

LE FORMAZIONI
Mister Carrera deve rinunciare in difesa, oltre a Ciofani, anche a Celiento e quindi è Semenzato a rivestire ancora il ruolo di terzino destro, mentre a sinistra c’è Sarzi e al centro è riconfermato Perrotta, affiancato da Di Cesare (preferito a Sabbione). A centrocampo manca Bianco, fermato per un turno dal Giudice Sportivo, e davanti al pacchetto arretrato sono schierati Maita e De Risio. Marras rientra dopo la squalifica e torna a giostrare a destra, mentre sul versante opposto agisce D’Ursi, con Antenucci dietro la punta Cianci.
Mister Guidi deve affrontare un’emergenza piuttosto pesante dal punto di vista numerico. Mancano infatti gli squalificati Buschiazzo e Polito, e gli indisponibili Castaldo, Del Grosso, Bordin, Icardi, Izzillo, a cui si aggiungono i lungodegenti Matarese e Konate. Uomini contati per il tecnico dei calabresi che ripropone il suo 4-3-3. In difesa ci sono i centrali Ciriello e Carillo, con Hadžiosmanović e Rillo sulle corsie esterne. Il faro di centrocampo è ancora Santoro, affiancato da Matese e Varesanovic. Sul fronte d’attacco, Pacilli e Turchetta giostrano sulle fasce, a supporto del centravanti Cuppone.

LA GARA
In avvio di gara il Bari sfiora subito il vantaggio con un corner calciato da Marras e sfiorato di testa da Di Cesare a due passi dalla porta, ma la sfera incoccia contro il palo. Al 7’ Marras ruba palla sulla destra, serve Maita e il centrocampista mette al centro per Cianci che da distanza ravvicinata calcia a botta sicura trovando però la ribattuta in angolo di Avella. Dopo una manciata di minuti arriva la replica ospite che ci prova con Pacilli da fuori area, ma la sua mira è leggermente imprecisa. I galletti non si fanno intimorire e al 23’ D’Ursi crossa al centro per Marras che prova coraggiosamente il mancino al volo spedendo ampiamente sul fondo. La lancetta dei minuti compie solo due giri di orologio e i padroni di casa affondano il colpo: Cianci allarga per D’Ursi che stoppa, prende la mira e con un delizioso destro a giro mette nel sette, alle spalle dell’estremo difensore campano. E’ un brutto colpo per i falchetti che continuano a subire l’offensiva avversaria senza però rischiare granché. Il match vive di fiammate e fino agli ultimi minuti viaggia su binari piuttosto compassati con l’unica nota di rilievo offerta dalla sostituzione di Sarzi per infortunio e dall’ingresso in campo di Sabbione, piazzato al centro con il conseguente spostamento di Perrotta a sinistra. Proprio nel recupero la sfida si ravviva nuovamente grazie ai rossoblù che trovano il pareggio con Carillo, abile ad avventarsi sul traversone di Pacilli e a firmare l’1-1 a due passi dall’incolpevole Frattali. Prima del riposo è Cianci a girare di testa senza fortuna.
Il Bari torna in campo nella ripresa con Rolando al posto di D’Ursi, ma dopo un cross in apertura di Semenzato parato da Avella sulla linea, al 12’ è grande quanto una casa l’errore di Cuppone sulla macroscopica topica di Di Cesare: il capitano di casa sbaglia il passaggio e la sfera è intercettata dal centravanti campano che però spara incredibilmente alto a porta sguarnita. I galletti reagiscono al quarto d’ora con un tiro a giro di Antenucci che Avella devia in angolo con estrema agilità. Nella successiva azione è invece Rolando a provarci per ben due volte, ma il portiere e la difesa avversari si fanno trovare sempre pronti. Mister Carrera richiama in panchina Semenzato per inserire Candellone e dare ulteriore spinta offensiva ai suoi, ma è Turchetta ad avere sui piedi alla mezzora una palla ghiottissima per andare in gol. Nell’occasione è solo l’imprecisione del suo tiro cross da posizione ravvicinata a non sortire gli effetti da lui sperati e a non trovare né la porta, né un compagno pronto a metterla nel sacco.  Al 41’ è Sabbione a sbagliare in difesa e a dare al nuovo entrato Matos l’opportunità di involarsi verso Frattali, ma Di Cesare ci mette provvidenzialmente una pezza e ferma la sua corsa. In pieno recupero la Casertana va ancora una volta vicinissima al raddoppio con Rosso, servito da Matos al termini di un contropiede, ma il numero #11 campano tira malamente su Frattali in precipitosa uscita. Termina 1-1 per la grande delusione del Bari che sembra aver perso d’incanto lo smalto recuperato dopo l’arrivo di Carrera. Nella prossima giornata i pugliesi affronteranno in trasferta il Catanzaro per difendere anche il terzo posto…

Tabellino
BARI-CASERTANA 1-1
BARI (4-2-3-1): Frattali; Semenzato (dal 28′ st Candellone), Di Cesare, Perrotta, Sarzi (dal 40′ pt Sabbione); Maita, De Risio; Marras, Antenucci, D’Ursi (dal 1′ st Rolando); Cianci. A disposizione: Marfella, Fiory, Minelli, Colaci, Lollo, Dargenio, Mercurio. Allenatore: M.Carrera.
CASERTANA (4-3-3): Avella; Hadžiosmanović, Ciriello, Carillo, Rillo; Matese (dal 38′ st Matos), Santoro, Varesanovic; Pacilli (dal 19′ st Rosso), Cuppone, Turchetta (dal 32′ st Longo). A disposizione: Dekić, De Vivo, De Lucia, De Sarlo. Allenatore: F.Guidi.
ARBITRO: sig. A.Bordin della sez. di Bassano del Grappa. Assistenti: P.Pascali della sez. di Bologna e A.Cavallina della sez. di Parma.
RETI: al 25′ pt D’Ursi (B), al 46′ pt Carillo (C).
AMMONITI: Sarzi, Perrotta, Sabbione e Semenzato (B); Hadžiosmanović, Ciriello e Cuppone (C).
NOTE: cielo sereno, terreno in buone condizioni; angoli: 11-2 per il Bari; recuperi: 3′ pt e 4′ st; partita giocata senza spettatori per protocollo anti covid; ad inizio gara osservato un minuto di raccoglimento per la recente scomparsa di Antonio Vanacore, vice allentore della Cavese.





About Redazione barinelpallone 3181 Articoli
La redazione racconta con passione e professionalità le vicende calcistiche di Bari e provincia. Testata Giornalistica "Barinelpallone", Reg. Trib. Bari R.G. n. 4697/12-11-2015 (Reg. Stampa n.18). Dir. Resp.: dott. T. Di Lernia

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*