Cheddira convocato ai mondiali dal Marocco: «Emozione unica! E’ stato fondamentale il partire così bene in una piazza importante come Bari. Mignani? Ha avuto la sua parte…»



Share

BARI – Oggi è stato convocato dal CT del Marocco per il prossimo Mondiale in Qatar (in programma dal 20/11 al 18/12). Per Walid Cheddira è un giorno davvero memorabile ed un traguardo prestigioso che potrebbe davvero dare una svolta alla sua carriera.

«Quella che ho provato oggi è un’emozione che si può descrivere solo con la parola “unica” – ha esordito l’attaccante biancorosso nel corso di una breve conferenza stampa tenutasi questo pomeriggio allo stadio “San Nicola” – perché è il sogno di ogni bambino, quando inizia a giocare a calcio, quello di arrivare a giocare la competizione più importante di questo sport. Per me è un grandissimo onore ed è un’emozione strepitosa il poter rappresentare la mia nazione al mondiale».

Il numero #11 dei galletti è consapevole che il superlativo avvio di stagione in Puglia ha pesato tantissimo nel poter raggiungere questo traguardo: «Secondo me è stato fondamentale il partire così bene in una piazza importante come Bari, nella quale tutto è stato amplificato maggiormente. Dico la verità, non mi aspettavo neanche io di poter arrivare a questi livelli all’inizio della stagione, ma tutto questo non è frutto del caso. Dietro ci sono anni di sacrifici, di lavoro e so benissimo quello che ho passato e che ho dovuto fare per arrivare fino qua».

Il 24enne nato a Loreto, a stento riesce a trattenere l’emozione: «Sto vivendo un sogno, ma quello che è stato fatto fino ad adesso è sotto gli occhi di tutti. Dove posso arrivare? Non lo so, lo dirà il tempo, ma continuo a lavorare giorno per giorno, nella convinzione che tutto questo sia solo un punto di partenza. Mi guardo sempre indietro e ricordo da dove vengo perché altrimenti si corre il rischio di fare il “fenomeno”. Sono sempre lo stesso e la mia voglia di lavorare aumenta sempre più perché so che posso ancora migliorare tanto e dovrò farlo».

L’ex Mantova si unirà ai compagni di squadra dei “Leoni dell’Atlante” subito dopo la gara contro il Sudtirol. A proposito della delicata sfida in programma sabato, la punta italo-marocchina non ha dubbi: «Mi aspetto una partita molto difficile perché affronteremo una squadra veramente tosta e rocciosa. Continueremo a lavorare come sempre per affrontarli al meglio».

L’ultima considerazione ha riguardato l’allenatore Mignani: «Il mister ha avuto la sua parte perché mi ha sempre dato fiducia e, quando un giocatore la sente, riesce a dare quel qualcosa in più. Lui me l’ha data ed io ho cercato di ripagarla in tutte le partite, anche l’anno scorso».





About Redazione barinelpallone 3523 Articoli
La redazione racconta con passione e professionalità le vicende calcistiche di Bari e provincia. Testata Giornalistica "Barinelpallone", Reg. Trib. Bari R.G. n. 4697/12-11-2015 (Reg. Stampa n.18). Dir. Resp.: dott. T. Di Lernia

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*