LA PRESENTAZIONE DELLA GARA, ARBITRO E PRECEDENTI – Bari: Marino chiede pronto riscatto con una prova di orgoglio…



Quale Bari affronterà il Palermo nell’anticipo serale della 23^ giornata? La squadra vivace, razionale, lucida, concreta che in 135 minuti (90 contro la Ternana e i primi 45 ad Ascoli) ha realizzato 5 gol e ne ha subito solo 1 (da Diakité, allora della squadra umbra e ora nuovamente avversario perché passato al Palermo) ?

Oppure la squadra molle, rinunciataria, abulica, apparsa in completa balìa di una modesta Reggiana, che nei successivi 135 minuti (i secondi 45 di Ascoli e i 90 contro gli emiliani) ha incassato 4 reti senza segnarne alcuna?

Tutto dipenderà dall’atteggiamento dei biancorossi che il mister Marino deciderà di mandare in campo al “Renzo Barbera”. La risposta sarà determinante per l’immediato futuro del Bari che dopo questa trasferta dovrà giocare 2 volte in 8 giorni al “San Nicola” per affrontare Lecco e Feralpisalò, diventati ormai concorrenti diretti nella lotta per la permanenza in serie B,

Marino si attende una prova d’orgoglio da parte dei suoi giocatori dopo la vergognosa prestazione offerta contro la Reggiana. Il mister potrà contare anche sul difensore fluidificante Guiebre, ex del Monopoli, unica novità della fase finale del calciomercato.

Intanto Polito ha dichiarato che con il giocatore del Burkina Faso e i 3 precedenti arrivi di Puscas, Lulic e Kallon sono stati centrati tutti gli obbiettivi. Il traguardo resta sempre un posto nei play-off.

Il Palermo, attualmente quinto in classifica con 9 punti in più del Bari, nelle ultime 7 giornate ha ottenuto 3 vittorie, tutte in casa contro Pisa,Cremonese e Modena, e 3 pareggi a Parma, Como e Catanzaro, rimediando solo un’imprevista sconfitta a Cittadella.

La squadra rosanero è tra le più prolifiche della serie cadetta con 37 gol all’attivo, hanno fatto meglio solo il Parma (41) e il Venezia (39), Purtroppo il Bari è molto indietro in questa classifica: i biancorossi hanno realizzato solo 23 reti, ben 14 in meno, e peggio hanno fatto solo Ascoli (22) e Spezia (19). Il cannoniere dei siciliani è l’italo-brasiliano Brunori, autore di 8 centri (2 rigori), seguito da un centrocampista, Segre, arrivato a quota 6. Particolare curioso, il giocatore è primatista nei gol segnati di testa, ben 5! Al terzo posto di questa miniclassifica c’è un altro centrocampista, lo sloveno Stulac, fermo per ora a quota 4. Seguono poi 3 attaccanti, Di Francesco, Mancuso e Soleri, autori di 3 gol a testa. Con 2 reti ciascuno sono l’attaccante Insigne e il difensore Lucioni. Infine, con una sola marcatura chiudono la graduatoria ancora 4 difensori, Aurelio, Ceccaroni, il danese Graves e il romeno Nedelcearu, e 2 centrocampisti, il senegalese Coulibaly e lo scozzese Henderson.

Il bilancio delle sfide giocate dal Bari a Palermo è nettamente a favore dei siciliani: su 35 gare solo 2 vittorie, 15 pareggi e ben 18 sconfitte, con 26 reti all’attivo e addirittura 52 al passivo. I successi risalgono a parecchi anni fa, il primo addirittura al 21 ottobre del 1945, nel campionato di Centro Sud A-B per 2-0. L’altro fu registrato poco meno di 27 anni fa, precisamente in serie B il 18 maggio  1997 (2-1 con reti di Olivares e Ventola). In dettaglio sono state giocate 21 partite in serie B, 8 in serie A, 3 in serie C, 2 in Coppa Italia e 1 nel campionato di Centro Sud, negli ultimi giorni della Seconda Guerra.  

La gara sarà diretta dal sig. Paride Tremolada, 36enne,uno degli astri nascenti della categoria, iscritto nella sezione di Monza. E’ in possesso di diploma come tecnico dell’industria del mobile e dell’arredamento ed ha lavorato in cantieri importanti, come quelli per il rifacimento della mensa aziendale della Colmar, azienda importante dell’abbigliamento sportivo, e per il rifacimento della sede di Assolombarda. Dopo aver diretto complessivamente 183 partite con 742 cartellini gialli e 32 rossi e dopo  le ultime 5 stagioni in serie C, è stato promosso nella CAN di A-B a luglio 2023. Tutti lo chiamano il Cavaliere, perché la sua famiglia avrebbe origini nobili, anche se lui smentisce. Nella stagione 2023/24 ha diretto 2 gare in serie A, 2 in Coppa Italia e 6 in serie B. Il suo ruolino tra i cadetti è il seguente: 31 cartellini gialli, 1 espulsione per doppia ammonizione, 1 per rosso diretto e 3 rigori concessi, 1 successo per le squadre di casa, 2 pareggi e 3 vittorie esterne. I precedenti con il Bari sono 3, tutti in serie C: 2 vittorie a Bisceglie, a novembre 2019 (3-0) e a gennaio 2021 (1-0), e pareggio al “San Nicola” a marzo 2022 con la Fidelis Andria (0-0). Con il Palermo i precedenti sono 4: 2 vittorie e 1 pareggio in serie C e 1 successo (3-1) in serie B in casa della Reggiana, a fine agosto, alla 3^ giornata del campionato in corso. Gli assistenti designati sono Alessandro Costanzo, iscritto alla sezione di Orvieto, e Tiziana Trasciatti, della sezione di Foligno. Quarto ufficiale è Andrea Ancora, della sezione di Roma 1. Al VAR c’é Marco Serra, della sezione di  Torino, coadiuvato dall’AVAR Gianpiero Miele, della sezione di Nola.

L’incontro sarà trasmesso  in diretta TV da DAZN e SKY Sport  (canale 251) e  in radiocronaca diretta da RADIOBARI . Il fischio d’inizio allo stadio  “Renzo Barbera”  (dimensioni m. 105 x 68, capienza 35.365 posti,  superficie in erba naturale) è fissato alle ore 20.30.






About Peppino Accettura 565 Articoli
Il nostro collaboratore più navigato. Giornalista Pubblicista dal 1970 ed esperto soprattutto di statistiche e materie economiche.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*