Brienza: “Il goal mi mancava. Non sono ancora al top, ma voglio essere un punto di riferimento. Tifosi esemplari…”

Le parole di Brienza al termine della sfida contro il Pescara



Share
Franco Brienza
Franco Brienza

BARI – Autore del goal che ha decretato la vittoria del Bari sul Pescara, Franco Brienza ha siglato la sua prima rete  personale nella stagione in corso. Intervenuto nella mix zone dello stadio San Nicola per le consuete interviste post gara, il calciatore ha espresso con schiettezza e allo stesso tempo obiettività la propria analisi del match. “Oggi volevo il goal – ha esordito il brianzolo –  nonostante l’abbia cercato meno rispetto ad altre circostanze. La rete mi mancava, ci tenevo ad aiutare la squadra e a regalare una gioia ai nostri tifosi. Il nostro obiettivo comunque resta quello di migliorarci sempre cercando di fare nel migliore dei modi quello che stiamo costruendo. Fuori casa abbiamo sostenuto delle prestazioni importanti che purtroppo non hanno portato i loro frutti, ma lavoriamo anche per colmare le lacune lontano il San Nicola“.

Chiamato ad analizzare l’azione da cui è scaturito il goal del vantaggio barese, il numero dieci biancorosso ha fatto una precisazione: “Stando al regolamento attuale, considero il goal mio personale e non un autogol perché trattasi di un tiro diretto in porta che ha subito una leggera deviazione casuale”. Quanto invece al suo stato di forma, ecco le riflessioni del classe ’79: “Ora come ora non sono al top, ho ancora qualche leggero acciacco, ma nonostante ciò sono a disposizione del mister così come tutti i miei compagni. Ognuno in questo gruppo lavora per farsi trovare pronto, poi è il campo ad emettere il verdetto. Se le mie qualità – ha proseguito – vengono valorizzate anche dai miei compagni di reparto tutto questo è positivo per una rosa che ha sempre voglia di crescere. L’essere un punto di riferimento della squadra può solo portare benefici alla fase di impostazione del gioco“.

Riallacciandosi  alle parole del mister Grosso che alla vigilia del match contro gli abruzzesi aveva chiesto una prova di cuore questa la replica di Brienza: “Il cuore non basta, ma è importante affiancarlo dalla testa per gestire alcuni momenti, noi sotto questo punto di vista dobbiamo cercare di crescere tanto e vivere di più il match“. Infine il jolly nativo di Cantù ha speso anche due parole sui tifosi: “Oggi, come sempre d’altronde, i nostri supporters sono stati esemplari incitandoci senza sosta anche sullo zero a zero. Noi dal canto nostro possiamo ripagare questo affetto solo con le prestazioni, cercando di portare l’entusiasmo in questo ambiente“. [Dichiarazioni raccolte dai nostri inviati al “San Nicola”]








About Redazione barinelpallone 1305 Articoli

La redazione di barinelpallone cerca ogni giorno di raccontare al meglio, con passione e professionalità, le vicende calcistiche di Bari e provincia.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*