Le pagelle di Cittadella-Bari: Micai protagonista, Kozak chi l’ha visto?

Diamo un voto ai giocatori biancorossi dopo il pareggio di Cittadella



  • Micai

Nelle prime 19 giornate il Bari ha vinto 10 gare, perse 7 e pareggiate 2, segnando 33 gol e subendone 26. Nelle ultime 11 partite ha registrato 3 successi, 2 sconfitte e 6 pareggi, con 9 gol all’attivo e 12 al passivo. Quali sono i motivi di questa sorprendente trasformazione in negativo della squadra? E quando Grosso riuscirà a conseguire un’inversione di questa tendenza?

MICAI
7semaforo_verde
Il Bari si è distratto ma per fortuna ci ha pensato il portiere a rimediare. Ha compiuto 3 interventi determinanti più un quarto spettacolare ma inutile perché Vido era in fuori gioco. PROTAGONISTA
ANDERSON
5,5semaforo_rosso
Ha preso il posto di Sabelli ma sopratutto nel primo tempo è mancata la sua spinta perché si è limitato a presidiare la fascia. Nella ripresa, quando il Bari ha preso coraggio, è andata un po’ meglio. POCHE INIZIATIVE
DIAKITÈ
5,5semaforo_rosso
Ha sofferto, insieme all’altro centrale Marrone, la velocità degli attaccanti granata che si sono succeduti nei 90 minuti. Nella ripresa ha sfiorato un clamoroso autogol con un malaccorto colpo dii testa all’indietro che ha sorpreso anche Micai. POCO CONCENTRATO
EMPEREUR
S.V.semaforo_giallo
L’ex foggiano è subentrato all’infortunato Diakité negli ultimi minuti di gioco. E’ il 31esimo giocatore schierato quest’anno in campo da Grosso.  
MARRONE
6semaforo_verde
L’altro centrale difensivo è stato un po’ in affanno e si è impegnato a fondo per frenare le verticalizzazioni dei veneti. Nel finale è sfuggito a loro Arrighini, ma fortunatamente l’attaccante ha sbagliato la mira. FATICA NELLE CHIUSURE
BALKOVEC
6semaforo_verde
Il difensore esterno ha confermato le sue qualità. E’ apparso frenato e prudente nel primo tempo e nella ripresa si è spinto in avanti con maggiore frequenza fino a tentare da oltre 20 metri una conclusione neutralizzata da una prodezza del portiere veneto. BUONA SPINTA
TELLO
5,5semaforo_rosso
Il colombiano ha corso molto nel vano tentativo di cucire i reparti biancorossi e opporsi alla lucida manovra dei centrocampisti granata. PROVA INCOLORE
BASHA
5,5semaforo_rosso
L’albanese ha perso nettamente il confronto con il regista granata Iori. Dispiace che abbia collezionato un’altra prestazione negativa ma il compito di regista non è per le sue caratteristiche. FUORI RUOLO
HENDERSON
6,5semaforo_verde
Lo scozzese è l’unico centrocampista biancorosso in grado di ragionare e cambiare “gioco” da una parte all’altra del campo, assumendosi la responsabilità di impostare la manovra. Nell’ultimo quarto d’ora Grosso lo ha sostituito con Galano. GRANDE TEMPERAMENTO
GALANO
5,5semaforo_rosso
Nonostante le recenti pause, il miglior goleador biancorosso non ha ritrovato ancora la vivacità e la condizione fisica del girone di andata. Considerati i limiti della squadra nells csapscità di costruire palle-gol, il suo pronto recupero è indispensabile nell’ottica dei play-off. POCA SOSTANZA
IMPROTA
6semaforo_verde
E’ ancora crisi per l’altro cannoniere biancorosso, anche se il napoletano sta mostrando qualche incoraggiante progresso. Si è impegnato ma tanti suoi cross sono stati fuori misura. SOLO BUONA VOLONTA’
KOZAK
5semaforo_rosso
Né i compagni dell’attacco né i centrocampisti sono riusciti a servirgli dei palloni utili e il centravanti slovacco non può sfruttare il suo fisico poderoso. CHI L’HA VISTO?
BRIENZA
6semaforo_verde
Questa volta è mancata la sua magia. E’ stato schierato prima all’ala destra, poi a centrocampo, ma lui si esprime al meglio quando può scambiare la palla con un compagno e proiettarsi in area avversaria. POCHE GIOCATE MA DI QUALITA’
CISSE’
5,5semaforo_rosso
E’ stato l’autore di 1 dei 2 tiri dei biancorossi nello specchio della porta avversaria. Ha giocato più di un’ora sulla sinistra, poi è passato al centro, ma non è cambiato nulla. Ha cercato invano lo scambio del pallone con i compagni. NON TROVA IL GUIZZO
Allenatore: GROSSO
5,5semaforo_rosso
I proclami della vigilia sul massimo impegno della squadra hanno sortito questi risultati: nei primi 45′ di gioco 1 tiro a rete del Bari (contro 5 del Cittadella), 0 angolo battuti (contro 5), 8 minuti e 15″ di possesso palla (contro 14 e 42″ dei granata). Nella ripresa il Bari é apparso più intraprendente ma in compenso ha corso un paio di grossi pericoli. Il vero problema sarà affrontare i play-off. SQUADRA SENZA MOTIVAZIONI
Arbitro: LA PENNA
7semaforo_verde
L’arbitro romano ha diretto con grande fermezza e autorità. Ha estratto solo 2 cartellini gialli per punire le reciproche scorrettezze tra Henderson e Vido. NON SBAGLIA NULLA





About Peppino Accettura 371 Articoli
Il nostro collaboratore più navigato. Giornalista Pubblicista dal 1970 ed esperto soprattutto di statistiche e materie economiche.

3 Comments

  1. Qualsiasi centravanti in questa squadra farebbe cagare, non è questine di capacità tecniche, ma di moduli di gioco. Grosso ha un gioco elementare fatto solo di sterile possesso di palla fine a se stesso, facciamocene una ragione cos’ evitiamo di fare cattivo sangue.

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*