LA PRESENTAZIONE DELLA GARA, ARBITRO E PRECEDENTI – Bari: necessari i 3 punti per sfruttare lo scontro tra Sudtirol e Genoa…


Continua il duello a distanza del Bari con Genoa e Sudtirol. Con i rossoblu è in piedi  ancora la pur debole speranza di conquistare la seconda posizione, con i bolzanini l’obbiettivo è blindare definitivamente il terzo posto che comporta un enorme vantaggio nella disputa dei play-off.

E il calendario ha giocato davvero un bello scherzo ai due avversari dei biancorossi, mettendoli di fronte in questa giornata che può dare una svolta alla lotta per la promozione.

Con un orecchio al risultato di Bolzano, il Bari deve comunque mettere da parte altri 3 punti contro il Cittadella. Mignani appare orientato a confermare lo schema del 4-4-2 già in partenza, come è avvenuto a Pisa, allo scopo di sfruttare il buon momento di Morachioli e Bellomo, schierati come esterni e pronti a servire in area palloni utili per Cheddira ed Esposito.

La squadra padovana è staccata di 23 punti in classifica dai biancorossi ed è tra le meno prolifiche della serie cadetta (peggio hanno fatto solo Benevento e Cosenza) ma giocherà con la forza della disperazione per guadagnare qualche punticino indispensabile per evitare la retrocessione.

Il maggior problema del Cittadella, come già detto, è la difficoltà di andare a rete. La squadra ha realizzato finora solo 29 reti in 34 giornate, con una media molto bassa, inferiore ad un gol a partita. Antonucci, attaccante, è il capocannoniere con 10 reti (3 rigori), seguito a distanza da Crociata, centrocampista arrivato a gennaio dal Sudtirol, con 6 centri. Segue un quintetto di attaccanti, che hanno tutti firmato 2 marcature a testa: lo spagnolo Asencio (1 rig.), Beretta, ceduto a gennaio al Foggia, Baldini (1 rig.), Ambrosino (1 rig.), arrivato nel mercato invernale dal Como ma di proprietà del Napoli, e Maistrello, prelevato a gennaio dal Renate, capocannoniere del girone A di C l’anno scorso con 16 reti. Con 1 gol a testa chiudono l’elenco l’attaccante Magrassi e i centrocampisti Carriero e Mastrantonio.   

La tradizione delle sfide tra le due squadre è molto giovane. Infatti il primo incontro in Puglia risale a 21 anni fa, precisamente al 21 aprile 2002 e finì 3-2 per il Bari. I padovani sono venuti a Bari solo 8 volte, sempre in serie B, ed hanno ottenuto solo 1 successo, il 27 agosto 2016 per 2-1, e un solo pareggio, a dicembre 2011 (2-2). Le vittorie dei biancorossi sono state 6, sul totale di 8 gare. Anche il bilancio delle reti è nettamente favorevole ai pugliesi, con 16 gol fatti e 9 subìti. Va detto che il Bari ha sempre segnato almeno 1 rete in tutte le gare. Dei giocatori tuttora in maglia biancorossa Galano vanta 3 presenze in campo ed 1 una in panchina, con 1 rete segnata nell’ultimo successo barese (4-2 nel 2017), mentre Bellomo è sceso in campo ad agosto 2012, sotto la guida tecnica di Torrente.

La gara sarà diretta dal sig. Davide Massa, 41enne, laureato in giurisprudenza all’università di Genova, di professione bancario, iscritto alla sezione di Imperia. E’ internazionale dal 2014, ha arbitrato 6 partite tra qualificazioni mondiali ed europee ed una trentina di gare UEFA di Champions League e Europa League. In Italia vanta una grande esperienza, con 187 presenze in serie A e 51 in serie B più altre 3 tra play-off e play-out. Tra i cadetti il suo ruolino presenta 264 cartellini gialli, 4 espulsioni per doppia ammonizione, 8 per rosso diretto e 20  rigori concessi. Particolare curioso: domenica 23 aprile l’arbitro ligure ha diretto ad Atene Olimpiacos Pireo-Aek Atene (1-3) ed è stato contestato dai tifosi di casa che alla fine hanno invaso il campo tentando di aggredirlo. Con il Bari i precedenti sono 4, 2 pareggi e 2 sconfitte. Nel 2011 i biancorossi furono sconfitti in A a Udine e in B a Padova, nel 2022 pareggiarono a Parma (2-2) e il 18 febbraio scorso in casa contro il Cagliari (1-1) , grazie al rigore concesso al 95’ e trasformato da Antenucci. Uno solo invece il precedente con il Cittadella, il pareggio in casa (0-0) con il Siena nel 2011. Gli assistenti designati sono Gaetano Massara della sezione di  Reggio Calabria e Federico Fontani  della sezione di Siena, il quarto ufficiale è Francesco Carrione,  iscritto alla sezione di Castellammare di Stabia. Al VAR ci sarà Livio Marinelli, della sezione di Tivoli, coadiuvato dall’AVAR Ivano Pezzuto della sezione di Lecce.

L’incontro sarà trasmesso  in diretta TV da SKY Sport (CANALE 253), DAZN e HELBIZ Live e in radiocronaca diretta da RADIOBARI  Il fischio d’inizio allo stadio  “San Nicola” è fissato alle ore 15. 






About Peppino Accettura 596 Articoli
Il nostro collaboratore più navigato. Giornalista Pubblicista dal 1970 ed esperto soprattutto di statistiche e materie economiche.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*