Questo Bari non muore mai: 1-3 ad Acireale in 9 uomini, capolista in fuga.

Vittoria schiacciante dei biancorossi sul campo dell'Acireale


Share

Vittoria preziosissima e pesante per il Bari, che con una prova di grande carattere e coraggio vola a +5 in vetta alla classifica, approfittando del pari della Nocerina, fermata 0-0 in casa del Portici nel derby campano. Il Bari è una squadra quadrata , vince e convince contro un avversario ostico, in una partita nervosissima, a tratti complicata su un campo ai limiti della praticabilità. La squadra di Cornacchini passa in vantaggio con Pozzebon, prima del pari di Leotta. Nella ripresa dilagano gli ospiti con i nuovi entrati Simeri e Langella, prima dell’espulsione di Pozzebon e Mattera. Nel finale rigore fallito da Madonia che avrebbe consentito ai padroni di casa di accorciare le distanze dai galletti.

 

 

LA CRONACA DEL MATCH

96′ – Dopo sei lunghi minuti di recupero l’arbitro decreta la fine del match: Bari batte Acireale 1-3. Marcatori: Pozzebon (14′), Leotta (31′ – A), Simeri (63′), Langella (76′)

90′ – RIGORE PER L’ACIREALE: Tocco di mani in area di rigore di Cacioli. Rigore netto. Ma dal dischetto Madonia spara alto e sciupa una ghiotta occasione. Si rimane sulla 1-3. Segnalati 6′ di recupero.

85′ – Partita molto vivace e sul velo del nervosismo: Scontro in area fra Savanarola e Di Cesare; quest’ultimo ha la peggio ma se la cava con un po’ di ghiaccio.Altro cartellino giallo, intanto, ammonito anche Nannini

76’ TERZO GOL DEL BARI : Contropiede micidiale del bari con SImeri, inserimento puntuale di Langella che taglia nello spazio e con un preciso diagonale infila la palla in rete. ACIREALE – BARI 1-3.

71’ – BARI IN 9 UOMINI: Espulso pochi minuti prima l’attaccante Pozzebon (al 67′) e una manciata di minuti più tardi anche il difensore Mattera che effettua un intervento disperato su Leotta. Per l’arbitro Zanotti è rosso per il centrale biancorosso e punizione dal limite in favore dell’Acireale

62′ – GOL DEL BARI : Il Bari torna in vantaggio: Son bastati solo quattro minuti per Simone Simeri che insacca un pallone in rete su cross con contagiri e azione in profondità del duo Hamlili- Brienza. ACIREALE – BARI 1-2.

58′ – Devastante Floriano ( sarà la sua ultima azione) sulla sinistra, il suo cross in mezzo è servito a Piovanello che con un tiro secco mancino prende il palo alla destra del portiere. Intanto cambio per il Bari: fuori Floriano, dentro Simeri

57′ – Altra occasione pericolosa per il Bari : Pozzebon si gira al centro dell’area ma scivola al momento della conclusione.

48′ – Bari subito pungente nella ripresa: dai 25 metri ci prova Brienza su punizione, ma la sua conclusione accarezza la rete dalla parte sbagliata al di sopra della traversa

SECONDO TEMPO

45′ + 2′ Fine primo tempo: Due minuti di recupero assegnati. Fine primo tempo : Acireale 1 Bari 1. Bari meritatamente in vantaggio con Pozzebon a inizio gara, poi una disattenzione di Nannini manda in porta Leotta per il pareggio dell’Acireale.

39′ Bari in avanti alla ricerca del vantaggi: ci prova Hamlili da 25 metri, conclusione bloccata dal portiere.

30′ GOL DELL’ACIREALE: Leotta sfugge a Giannini e di sinistro trafigge Marfella. ACIREALE – BARI 1-1 .

26′ Floriano prova a sfondare sulla sinistra e mette dentro un insidioso tiro-cross che Pellegrino respinge di pugno. 18′ Bari vicino al raddoppio: palla filtrante di Brienza per Floriano e destro morbido deviato in maniera decisiva dal portiere.

12′ GOL DEL BARI: tocco fugace sotto misura , palla insaccata da Pozzebon. ACIREALE – BARI 0-1 .

5′ Ammoniti Hamlili e Savonarola per un battibecco dopo un contrasto.

1′ – L’arbitro Zanotti fischia l’inizio: partita la gara del Tupparello. Squadre con le divise tradizionali: Bari in biancorosso, Acireale in amaranto. Terreno di gioco che si presenta in condizioni pessime anche a causa del maltempo. Sono presenti all’incirca 200 tifosi baresi giunti ad Acireale. Squadra che vince non si cambia: Cornacchini ripropone gli stessi 11 che domenica scorsa avevano asfaltato il Locri con un secco poker di 3-0. Oggi il Bari vuole tornare a vincere anche fuori casa. Imbattuto in campionato, il Bari conduce con 17 punti, a +3 sulla Nocerina. Imbattuto sul proprio campo, l’Acireale è ottavo a quota 10. Confermato anche il modulo: 4-2-3-1 con in avanti la fantasia di Brienza, la velocità di Floriano e Piovanello e il bomber Pozzebon. Breve sceglie, invece, il 4-4-3 per l’Acireale.

IL TABELLINO:

ACIREALE-BARI 1-3

ACIREALE: Biondi, Iannò, Talotta (76′ Manfrè), Aprile (56′ Tramonte), Gambuzza, Campanaro, Savanarola, Russo (79′ Sorbello), Bellomonte, Madonia, Leotta. A disp.: Pappalardo, Chiochia, Di Pasquale, Dadone, Lentini, Grassi. All. Breve.

BARI (4-3-3): Marfella; Turi, Di Cesare, Mattera, Nannini; Hamlili (81′ Feola), Bolzoni, Piovanello (68′ Langella); Floriano (59′ Simeri), Pozzebon, Brienza (75′ Cacioli). A disp.: Maurantonio, Gioria, Bollino, Neglia, Liguori. All. Cornacchini.

ARBITRO: Zanotti di Pavia (Paggiola-Pedroni).

MARCATORI: 13′ Pozzebon, 30′ Leotta, 62′ Simeri, 76′ Langella

NOTE: ammoniti Hamlili, Savanarola, Pozzebon, Russo, Piovanello, Gambuzza, Nannini, Di Cesare. Espulsi: Pozzebon al 67′, Mattera al 72′. Al 90′ Madonia calcia alto un rigore.






About Redazione barinelpallone 2120 Articoli
La redazione di barinelpallone cerca ogni giorno di raccontare al meglio, con passione e professionalità, le vicende calcistiche di Bari e provincia.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*