Bellomo: «Ho chiuso gli occhi e ho fatto gol. Che emozione indescrivibile! Andiamo avanti così, consci che arriveranno momenti meno felici e che dovremo mantenere l’equilibrio…»

Le dichiarazioni del fantasista biancorosso al termine del match contro il Brescia



Share

BARI – Al termine del match giocato al “San Nicola” tra Bari e Brescia, a presentarsi davanti ai microfoni dei giornalisti per i biancorossi è stato Nicola Bellomo che ha così commentato a caldo la gara vinta in maniera esaltante dai pugliesi: «Il mister l’ha preparata bene e sapevamo che il Brescia è una squadra forte anche nei singoli giocatori. Alla fine è girato tutto bene dalla parte nostra, anche quando c’è stato il 2-1 che è stato annullato. Quando abbiamo fatto il 3-0, la partita è stata per noi in discesa».

Il 31enne barese ha siglato anche un gran gol e queste è il racconto di quanto da lui provato in quei momenti: «Sono emozioni che valgono tanto e che non si possono spiegare. Quando è arrivata la palla, ho chiuso gli occhi e mi sono imposto di fare gol. Quel momento poi, lì sotto la curva, è stato spontaneo ed è

venuto da sé. Aspettavo questo momento veramente da tanto tempo e sin dal primo giorno che ho messo piede qua ero contentissimo di tornare a Bari. Avevo voglia di sbloccarmi col gol perché segnare stava rischiava di diventare quasi un’ossessione! L’ultimo gol l’avevo fatto proprio contro il Brescia. Tra l’altro, questa è la squadra alla quale ho segnato di più in carriera. Quindi giocherai sempre contro di loro (ride n.d.r.)!».

Il numero #63 biancorosso ha poi parlato dell’avvio di stagione pressoché perfetto della sua squadra: «Sono contento di questo momento e ringrazio il mister che mi dà fiducia ed i miei compagni. Sin dal primo giorno in cui sono arrivato ho trovato un gruppo molto affiatato, che si mette a disposizione dei  nuovi. Quando vedi che dall’altra parte ti fanno sentire già dentro la squadra, è giusto dare più del 100%. E’ giusto che ci godiamo questa vittoria e questo risultato molto importante, ma non dobbiamo esaltarci troppo perché, spero il più tardi possibile, ci saranno anche i momenti un po’ così e così. In quei frangenti dovremo essere bravi a mantenere gli equilibri. Per ora andiamo avanti su questa strada»

Quanto al gol bresciano del 2-1: «Prima del mio tocco finale, c’era un fuorigioco che ho segnalato, come faccio sempre. In campo non sto un momento zitto! Sono fatto così e qualcosa la devo sempre dire, sempre nei giusti modi». Il fantasista pugliese si è congedato dai microfoni della stampa facendo cenno alla classifica: «L’ho vista poco fa, prima di entrare qui. Quando ho visto che la mia ex squadra, la Reggina, ha perso, ho esclamato “cavolo, siamo primi!”. E’ tutto molto bello, ma siamo ancora alla settimana giornata e dobbiamo mantenere i piedi per terra perché la serie B insegna che, finché non raggiungi la quota salvezza, non puoi mai essere sicuro. Arriviamo il più presto possibile a quei punti e poi sarà giusto che si guardi avanti».





About Tommaso Di Lernia 667 Articoli
E' il Direttore Responsabile della Testata. Giornalista Pubblicista dal 2002 e tifoso da sempre "unicamente" del Bari. Citazione preferita: "Chi non si aspetta l'inaspettato, non scoprirà la verità" [Eraclito].

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*