Questo è un Bari più forte delle difficoltà! Galletti ancora in dieci per quasi un tempo, ma il Potenza soccombe per 2-0…



Il rigore del 2-0 di D’Errico

BARI – Nella prima giornata del girone di ritorno del campionato di Serie C, nonché ultimo impegno di quest’anno solare, il Bari batte il Potenza grazie a due rigori, trasformati da Antenucci e D’Erico, e chiude nel migliore dei modi questo 2021. Anche stavolta, come accaduto a Palermo domenica scorsa, i biancorossi giocano quasi tutto il secondo tempo in inferiorità numerica per l’espulsione di Scavone, ma stavolta riescono a gettare il cuore oltre l’ostacolo e a fare propria la gara. Un’ennesima prova di forza che proietta i galletti verso un destino che può essere gettato alle ortiche solo di propria iniziativa!

LE FORMAZIONI
Mister Mignani deve fare a meno degli infortunati Di Cesare e Marras e dello squalificato Terranova. Anche stavolta il tecnico biancorosso conferma quasi del tutto la formazione degli ultimi tempi. Sulle fasce difensive ci sono Pucino e Ricci, preferito stavolta a Mazzotta, mentre in posizione centrale si piazzano Celiento e Gigliotti. Maita riveste il ruolo di play a centrocampo, mentre Scavone la spunta su Mallamo e, insieme a D’Errico presidiano le corsie laterali. Botta agisce come al solito sulla trequarti, a sostegno della coppia offensiva costituita ancora una volta da Paponi ed Antenucci.
Mister Trocini conferma il suo 3-5-2 e schiera Matino, Piana e Gigli in difesa. Il perno di centrocampo è Zenuni, affiancato da Zagaria e Sandri, mentre Coccia e Maestrelli agiscono sulle fasce. Il tandem d’attacco è composto invece da Romero e Salvemini.

Il rigore dell’1-0 di Antenucci

LA GARA
Primo tempo
– A rendersi subito pericoloso in avvio è il Potenza con Coccia che conclude di poco al lato. Al 9’ Sandri ci prova da fuori area, ma il tiro è centrale e telefonato e Frattali blocca senza difficoltà. La risposta del Bari tarda ad arrivare nonostante una discreta supremazia territoriale. E’ il 18’ quando Botta appoggia per Scavone che lascia partire il suo destro, ma un difensore devia in corner. I galletti insistono e al 25’ è Botta a sfiorare l’incrocio dei pali col suo mancino dai 25 metri. Clamorosa è la palla gol fallita da Gigliotti al 37’: il difensore si ritrova in posizione smarcata molto favorevole per battere a rete, ma il suo tentativo è sbilenco e la difesa lucana si salva ancora una volta in angolo. Il primo tempo si chiude con un’iniziativa personale di D’Errico che parte dalla sinistra, taglia tutto il campo e, giunto in area sulla destra, sfiora il palo opposto con il suo destro.
Secondo tempo – I galletti si ripresentano in campo con Cheddira al posto di Paponi e mostrano immediatamente le proprie intenzioni belligeranti. Botta si fa ribattere il tiro e, subito dopo, Cheddira è atterrato in area, ma l’arbitro dice di continuare. Al quarto d’ora, a cadere in area è Scavone e anche stavolta il direttore di gara non ravvede gli estremi per decretare il penalty, ma fa molto di più. Ammonisce il centrocampista, che aveva già rimediato il giallo nel primo tempo, e ne decreta l’espulsione. Bari in dieci e compito che si fa più arduo, esattamente come qualche giorno fa a Palermo. Trascorrono però pochi minuti e il match si sblocca, proprio nel momento di maggior difficoltà dei padroni di casa a causa dell’inferiorità numerica. Cheddira riceve palla da Maita e su di lui la difesa ospite commette fallo. Stavolta è rigore e al19’ dal dischetto Antenucci trasforma e firma l’1-0. La reazione potentina è veemente e si traduce in un tiro di Sandri deviato in angolo. Al 25’ Botta mira l’angolino, ma la sfera termina sul fondo di un nonnulla. Non trascorrono 5 minuti che i galletti raddoppiano. D’Errico è placcato da Greco in uscita e per l’arbitro è ancora rigore, con relativa ammonizione del portiere. Stavolta è lo stesso D’Errico ad incaricarsi del penalty e il 2-0 è servito. Mignani inserisce Mallamo e Belli al posto di Botta e D’Errico e nel frattempo Cheddira sfiora il tris. Simeri subentra ad Antenucci nel recupero, ma ormai la gara non ha più nulla da dire. Si riprenderà a gennaio e il Bari affronterà in trasferta il Monterosi Tuscia.

I giocatori del Bari esultano

Tabellino
BARI-POTENZA 2-0
BARI (4-3-1-2): Frattali; Pucino, Celiento, Gigliotti, Ricci; Scavone, Maita, D’Errico (dal 43′ st Belli); Botta (dal 35′ st Mallamo); Paponi (dal 1′ st Cheddira), Antenucci (dal 46′ st Simeri). A disposizione: Polverino, Plitko, De Risio, Mazzotta, Bianco, Lollo, Di Gennaro, Citro. Allenatore: M.Mignani.
POTENZA (3-5-2): Greco; Matino, Piana, Gigli; Coccia, Zagaria (dal 33′ st Vecchi), Zenuni, Sandri, Maestrelli (dal 23′ st Volpe); Romero, Salvemini (dal 42′ st Banegas). A disposizione: Petriccione, Orazzo, Bruzzo, Grande, Sessa. Allenatore: B.Trocini.
ARBITRO: sig. F.Carrione della sez. di Castellammare di Stabia. Assistenti: sig. A.Piedipalumbo della sez. di Torre Annunziata e sig. M.Carrelli della sez. di Campobasso.
RETI: al 19′ st Antenucci rig. (B), al 30′ st D’Errico rig. (B).
AMMONITI: Maita (B); Matino, Gigli, Sandri, Romero e Greco (P).
ESPULSI: al 15′ st Scavone (B) per doppia ammonizione.
NOTE: serata fredda, terreno in discrete condizioni; angoli: 6-3 per il Bari; recuperi: 0′ pt e 3′ st; spettatori: 6.488 (di cui 255 ospiti).





About Tommaso Di Lernia 625 Articoli
E' il Direttore Responsabile della Testata. Giornalista Pubblicista dal 2002 e tifoso da sempre "unicamente" del Bari. Citazione preferita: "Chi non si aspetta l'inaspettato, non scoprirà la verità" [Eraclito].

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*